Teverola

Cimitero, Improta: “Situazione sbloccata solo grazie ai commissari”

Raffaele ImprotaTEVEROLA. “Dovevano pensarci i commissari a consegnare ai cittadini di Teverola quello che spettava loro da ben cinque anni”.

Raffaele Improta, responsabile cittadino del Popolo della Libertà, parla della questione dell’ampliamento del cimitero e informa la cittadinanza che Giacomo Improta, dirigente del competente Ufficio comunale, ha iniziato a convocare i cittadini per l’assegnazione dei loculi e dei monumenti cimiteriali. Solo le cappelle gentilizie saranno assegnate successivamente. “Il disservizio a danno dei cittadini – spiega Improta – che hanno già pagato le cappelle senza vedersele ancora assegnate, non va, però, addebitato ai commissari, che stanno operando con grande competenza e molto impegno per cercare di mettere un po’ d’ordine nell’organizzazione amministrativa comunale (condizionata, fino al loro insediamento, da obiettivi e interessi partigiani). Quel disservizio va imputato alla vecchia amministrazione capeggiata dall’ex sindaco Lusini che non ha saputo far rispettare il contratto da parte della ditta aggiudicataria dell’appalto per i lavori al cimitero e non ha nemmeno saputo pianificare il progetto del cimitero, non avendo previsto le difficoltà per la riesumazione dei defunti. Quindi, la gara d’appalto è stata bandita senza sapere come e quando i lavori sarebbero concretamente terminati anche se, in base al contratto, ne era prevista la conclusione ad aprile 2007”.

“Accade così – continua Improta – che ignari cittadini si trovino, oggi, ad aver versato nelle casse comunali soldi richiesti per un servizio che il Comune attualmente non è in grado di rendere. I responsabili di queste situazioni sono gli stessi che vogliono proporsi ad amministrare di nuovo la nostra Città. Il colmo. Gli ex amministratori, oltre al danno, vorrebbero rifilare ai cittadini di Teverola anche la beffa. Ma i teverolesi non girano con la sveglia appesa al collo e sapranno fare a meno del contributo allo sfascio di quei signori, l’unico del quale si sono mostrati, purtroppo, capaci negli anni del loro sciagurato governo cittadino”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico