Santa Maria C. V. - San Tammaro

Sammaritani illustri, bagno di folla per Salzillo

 SANTA MARIA CAPUA VETERE. Un’intera sala del museo civico di Santa Maria Capua Vetere verrà dedicata a Francisco Salzillo, uno dei maggiori rappresentanti del barocco spagnolo originario di Santa Maria Capua Vetere.

Sono ripartiti questa mattina alla volta di Murcia, comunità autonoma della Spagna, gli otto “visitatori” iberici giunti in Italia per conoscere il paese che ha dato i natali alla famiglia Salzillo. Francisco Salzillo, figlio di Nicola nato a S. Maria Capua Vetere, è oggetto di una vera e propria venerazione in Spagna, ogni anno, infatti, le sue grandi opere lignee vengono condotte in giro per la città nel corso della Settimana Santa.

L’amministrazione comunale di S. Maria Capua Vetere, che ha avviato dal 2007 un’intensa attività di collaborazione con i rappresentanti della Regione, ha ospitato l’artista Zacarias Cerezo e alcuni suoi concittadini, accompagnandoli in un interessante giro turistico alla scoperta della città. Cerezo ha consegnato nelle mani di don Antonio Pagano un messaggio del vescovo di Cartagine, che ha voluto ringraziarlo per la disponibilità dimostrata negli ultimi anni, avendo consentito agli studiosi spagnoli di approfondire la conoscenza delle radici di Salzillo accedendo all’archivio del Duomo.

Nella giornata di sabato gli ospiti spagnoli hanno potuto ammirare l’Anfiteatro Campano, il Mitreo e il museo civico, fare visita al centro civico per la mostra di modellismo statico, per poi essere accolti da un vero bagno di folla al teatro Garibaldi, dove, cittadini, studenti, sportivi e rappresentanti delle associazioni, hanno atteso la delegazione. Sentito lo scambio di doni tra le due città; oltre a quelli istituzionali, Giancarlo Giudicianni ha consegnato una targa e la bandiera di Santa Maria Capua Vetere, ciascuna scuola e ciascun gruppo sportivo ha voluto rendere omaggio agli ospiti spagnoli con un oggetto simbolico da recapitare agli studenti e agli atleti murciani. Il pittore Cerezo ha consegnato al sindaco quindici acquerelli raffiguranti scorci di Santa Maria Capua Vetere realizzati nel 2007 e già esposti nel corso di una rassegna pittorica in Spagna.

L’intenzione dell’amministrazione comunale di S. Maria Capua Vetere è realizzare un intenso scambio culturale e artistico con la città di Murcia al fine di favorire la conoscenza dello scultore, ma anche di attivare e incentivare percorsi turistici e religiosi alla luce della recente richiesta di beatificazione avanzata per Salzillo. Per questa ragione a breve un’intera sala del museo civico verrà dedicata a Francisco e suo padre.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico