San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Autovelox, Celiento (Pd) presenta interpellanza a Pascariello

Giuseppe CelientoSAN NICOLA LA STRADA. La telenovela infinita (non ricordiamo nemmeno più a quale puntata siamo della vicenda) relativa all’uso (o all’abuso?) dei rilevatori di velocità (autovelox) fatti installare sul viale Carlo III, in tenimento del Comune di San Nicola La Strada, non sembra aver fine.

Colpa del fatto che l’amministrazione comunale non sembra voler prendere atto che simili apparecchiature, al momento, non servono più a fare prevenzione ma, bensì, ad inasprire sempre più gli animi degli automobilisti casertani. Il capogruppo consiliare del Partito Democratico Giuseppe Celiento ha presentato una nuova interpellanza sull’argomento al sindaco Angelo Pascariello, a Raffaele Narducci, presidente del consiglio comunale e a Domenico Palumbo, assessore al corso pubblico. Data la delicatezza dell’argomento che tocca sempre un nervo scoperto di tutte le amministrazioni comunali, trascriviamo di seguito il testo dell’interpellanza presentata ai sensi dell’articolo 24 del regolamento di funzionamento del consiglio comunale.

“Premesso che: sono stati installati su Viale Carlo III nel tenimento del Comune di San Nicola la Strada, oltre ai photored, due autovelox; che è fatto inequivocabile che i cittadini percepiscono gli autovelox non per quello che prevede la legge, cioè uno strumento di prevenzione degli incidenti stradali e di educazione alla guida corretta, ma un sistema furbesco utilizzato dagli amministratori locali per fare cassa, per sistemare ‘bilanci esanimi’; che sono sempre più numerosi i ricorsi presentati i quali ci dicono, che nella stragrande maggioranza dei casi, l’installazione e l’utilizzo delle apparecchiature per il riscontro della velocità dei veicoli sulle nostre strade è impropria se non, a volte, come dimostra l’esito dei tantissimi ricorsi favorevoli agli automobilisti, illegittimo; che non è giusto che, mentre da un lato lo Stato si preoccupa, attraverso mille strumenti, di rendere meno intollerabili le difficoltà di fine mese dei cittadini, gli stessi si vedano poi vessare a livello locale da quello che appare quasi un balzello extra con cui fare i conti e peraltro in un ben noto momento di difficoltà congiunturale; che la legge Nazionale ed il decreto regionale n. 10/2009 prescrivono, tra l’altro, che tutte le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità, sia fisse che mobili, debbano essere preventivamente segnalate e ben visibili, con l’impiego di cartelli o di dispositivi di segnalazione luminosi, disposti ad almeno 4 km; che tali dispositivi non devono essere posti su pali o mimetizzati; che tutte le apparecchiature in uso devono essere debitamente omologate ed approvate dal Ministero dei Lavori Pubblici, che per la installazione è necessario il parere preventivo della regione Campania; che sono stati stipulati due diverse contratti con due diverse ditte, con le relative delibere di G.C. inerenti l’estensione del servizio alla tutela legale da infrazione di photored ed autovelox;

si chiede di conoscere: 1) A far data da quanto i rilevatori di velocità posti sul viale Carlo III, in territorio del nostro Comune, sono stati disinstallati; 2) Il disuso è stato preventivamente concordato con la ditta installatrice?; 3) Dal funzionamento iniziale, alla data dell’eventuale disinstallazione quanti sono stati i verbali emessi? Quali sono stati gli introiti effettivi per le casse comunali? Quali quelli per la ditta installatrice?; 4) Quanti sono stati i ricorsi avverso le sanzioni? Per quanti ricorsi il comune si è costituito in giudizio e con quale assistenza legale? Per quanti ricorsi la difesa del comune ha prodotto il respingimento dell’istanza?; 5) Sono legittimi i contratti stipulati con la ditta Tec Service (delibera di Giunta comunale 171/2008) e con la ditta Idea Luce (delibera G. C. 7/2009)?; 6) Data la somma prevista nel bilancio comunale del corrente anno? 7) Come si intende provvedere per le eventuali minori entrate, data la somma prevista nel bilancio comunale del corrente anno relativa a sanzioni da infrazione al codice della strada?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico