Orta di Atella

Differenziata, Sorvillo: “Un bluff”

 ORTA DI ATELLA. “In questi giorni è partita la raccolta differenziata, progetto già cullato è intrapreso della precedenti amministrazioni, ed immediatamente le strade comunali si sono riempite di rifiuti non rimossi.

Si è provveduto a distribuire il materiale per la raccolta differenziata che sicuramente avrà un costo che ricade sui cittadini contribuenti e i rifiuti rimangono lì in bella mostra”. Lo afferma il geometra Salvatore Sorvillo, presidente dell’associazione Ats.

“Per chi non lo sapesse – aggiunge Sorvillo – come da contratto la società che si occupa della raccolta rifiuti solidi urbani, l’Igica, percepisce un costo mensile di 210.833,70 euro, iva compresa, e sembra che gli operai non percepiscano lo stipendio dovuto. La commissione straordinaria dopo aver speso centinaia di migliaia di euro per pubblicizzare la pseudo raccolta differenziata porta a porta, ci troviamo un paese pieno di immondizia. Ma sorgono spontanee due domande, in primis: non sono anni che ad Orta si fa la raccolta differenziata porta a porta con tutta con tutta la problematica relativa ai rifiuti negli ultimi quindici anni? Inoltre, non è proprio lo Stato, attraverso le prefetture ed i commissari, a vigilare sulla bontà della stessa? Quindi, a questo punto sorge un ulteriore domanda in mancanza di ciò lo Stato (nella circostanza, la commissione straordinaria) deve commissariare sé stessa?”.

“La vecchia amministrazione – fa presente Sorvillo – aveva abbassato l’aliquota Tarsu a 2,50 euro per gli anni 2007/2008 ed il servizio era efficiente ed efficace, mentre nel 2009 la commissione straordinaria ha aumento la tassa del 100%, non si svolge il servizio a dovere, ed abbiamo un territorio coperto da cumuli di spazzatura”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico