Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Portico, accuse ai dipendenti comunali: Piccirillo replica a De Simone

Carlo PiccirilloPORTICO. “I toni usati contro i dipendenti degli Uffici Comunali sono assolutamente inaccettabili.

Fare chiarezza sulla vicenda per me è stata un’ azione necessaria, non perché volessi rispondere a De Simone, quanto perché è mio precipuo dovere fornire informazioni corrette e veritiere alla cittadinanza”. Così il sindaco Carlo Piccirillo nella replica agli attacchi sferrati, sulla stampa locale, dal consigliere Giuseppe De Simone che lamentava la carenza di trasparenza nell’attività amministrativa, sollevando un polverone che aveva finito per coinvolgere l’intera squadra dei dipendenti comunali.

“Il consigliere, – ha aggiunto Carlo Piccirillo – nel suo desiderio di attaccare a tutti i costi, ha finito per colpire il bersaglio sbagliato, dimenticando, suo malgrado, che gli impiegati degli uffici municipali rispettano la deontologia del proprio ruolo professionale e non svendono le loro competenze e capacità ad un’appartenenza politica. La Casa Comunale è pubblica e chi vi lavora non opera secondo distinzioni partitiche”. “Quelli che il colonnello De Simone indica come disservizi nella pubblicazione on-line degli atti amministrativi – ha sottolineato il sindaco – non sono che operazioni rallentate dalla penuria di tempo a disposizione, operazioni che sono al momento in corso d’opera. Quanto al rilascio di copie cartacee di Delibere, Determine ed atti vari, smentisco categoricamente le mendaci dichiarazioni del consigliere, dal momento che il Comune ne fornisce copia entro dieci giorni dall’inoltro della richiesta da parte dell’ interessato al rilascio. Capisco che De Simone non riesca a contenere la voglia di esibire la sua brillante oratoria, ma sarebbe il caso che la prossima volta scegliesse referenti diversi per la sua invettiva. Altrimenti finirà per diffondere una cattiva informazione, negativa per tutta la cittadinanza, che si troverà allora sballottata da un lato dalle parole del consigliere di minoranza e dall’altro, invece, dalla realtà dei fatti”.

Il sindaco, secondo quanto ancora affermato, ha anche indicato la predisposizione di una sala “ad hoc”, adibita all’occorrenza per i consiglieri di opposizione, per visionare i documenti relativi agli atti amministrativi prodotti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico