Lusciano

“Lusciano nel cuore”, Abategiovanni presenta in piazza la sua lista

Augusto AbategiovanniLUSCIANO. Si è svolto ieri sera il primo comizio elettorale della lista civica “Lusciano nel cuore”. Sul palco, in piazza Vittoria, erano presenti tutti i candidati eccetto Giuseppe Diana, costretto a letto dall’influenza.

Ad ascoltarli una folla più che numerosa, considerando le condizioni atmosferiche sfavorevoli. Il primo ad intervenire è stato il candidato Raffaele Cotugno che ha esposto brevemente i motivi per cui la lista ha deciso di concorrere alle elezioni. Egli ha espresso il profondo attaccamento che lega i candidati al proprio paese e alle sue radici storiche da cui nasce una profonda sofferenza per le condizioni attuali di Lusciano ma anche una forte volontà di impegnarsi in prima persona per un loro miglioramento.

Al discorso di Cotugno è seguito quello dell’aspirante sindaco Augusto Abategiovanni che non ha risparmiato nessuna critica nei confronti delle liste avversarie. Egli ha infatti dichiarato che le liste di Fattore e Verolla, dietro un’immagine in parte rinnovata dalle candidature di nuove leve, nascondono la presenza di tutta l’amministrazione precedente che ha portato il comune al commissariamento per infiltrazione camorristica. Anche la lista di Petrillo è stata attaccata, colpevole, secondo Abategiovanni, di annoverare tra le sue fila dei candidati che sono stati “garanti sul territorio delle politiche scellerate della precedente amministrazione”.

Successivamente il dottor Abategiovanni è passato all’illustrazione del programma elettorale che abbraccia tutti gli ambienti della gestione comunale. Partendo dal proposito di creare un’amministrazione che sia legale, onesta e soprattutto che sia in diretto rapporto con il cittadino per una fattiva compartecipazione alla vita amministrativa del paese, egli ha dichiarato che, in caso di vittoria, la sua amministrazione darà la piena adesione alla Sua (Stazione Unica Appaltante), sarà fautrice della realizzazione di “Consulte Tematiche Comunali”, di un “Forum Associativo” per un “Regolamento di fattibilità territoriale”, e di un “Albo di Fiducia dei Fornitori, Consulenti e Professionisti”. Essa promuoverà inoltre la costituzione di un “Centro di Ascolto cittadino”, e di uno “Sportello Unico per le Attività Produttive”, che incontrino le esigenze dei singoli cittadini.

Il candidato sindaco ha espresso anche la volontà di introdurre sul territorio un nuovo “Regolamento Edilizio Territoriale” per l’allargamento della zona di espansione della città. Infine, dopo aver affermato la volontà di risolvere in maniera definitiva “l’annosa questione” degli Lsu, ha posto il rilievo sulla possibilità di creare coperative che oltre ad incentivare l’artigianato e l’economia locale, tendono all’inserimento di tanti giovani nel mondo lavorativo. Non ultimo, di favorire politiche a favore dei portatori di handicap e dei giovani luscianesi, di creare spazi aggregativi per i giovani e di costituire la figura di un infermiere di comunità, nonché di avere un censimento degli immigrati che vivono in città, oltre alla piena applicazione della L.40/98 unitamente alla istituzione di una consulta ed a un registro per le badanti che operano sul territorio.

Il discorso è andato avanti per circa un’ora illustrando tutti gli interventi che si vogliono attuare nei singoli aspetti della vita cittadina, tra cui anche la riduzione della Tarsu per chi effettua la raccolta differenziata dei rifiuti. Tra gli aspetti più interessanti vi sono inoltre la creazione di un “Comitato a tutela del cittadino” che si occupi di vigilare sull’operato dell’amministrazione comunale e l’adozione di nuove politiche energetiche e ambientali che portino Lusciano a diventare una “città verde” con un sostanziale miglioramento delle condizioni di vita del cittadino unitamente ad un consistente risparmio economico per l’amministrazione. Abategiovanni ha sottolineato soprattutto il fatto che quello della sua lista è un programma attuabile realmente con bassi oneri finanziari per il comune.

L’evento si è concluso con la presentazione dei singoli candidati mettendo in evidenza la loro giovane età, la loro totale estraneità ad esperienze politiche precedenti e la presenza in lista di rappresentanti delle forze dell’ordine. Secondo Abategiovanni questa sarebbe la migliore garanzia della volontà di fare una politica di legalità e trasparenza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico