San Giuseppe Vesuviano - San Gennaro Vesuviano - Striano

Riqualificazione Parco Aranci, Striano “ringrazia” Zullo e Boccagna

Andrea StrianoCASERTA. Il presidente del Comitato di quartiere Parco degli Aranci, Andrea Striano, accusa i consiglieri Andrea Boccagna e Rino Zullo di essersi presi la “paternità” della bonifica della villetta nel Parco degli Aranci.

Con ironia, Striano afferma: “Voglio esprimere la mia più ‘sincera’ gratitudine ad Andrea Boccagna e Rino Zullo, rispettivamente consigliere di maggioranza e delegato comunale Parco degli Aranci, per il loro senso di responsabilità e di impegno politico profuso per la realizzazione del progetto di riqualificazione della villetta Maria SS delle Beatitudini al Parco degli Aranci. E’ stato un gesto che tutti gli abitanti del Parco degli Aranci hanno apprezzato, quello dei due consiglieri, che sulla stampa hanno assunto la paternità del progetto di riqualificazione e bonifica della villetta comunale. Ecco, dopo innumerevoli richieste degli abitanti del quartiere fatte per nostro tramite al delegato Zullo e all’amministrazione comunale, dopo uscite pubbliche con incontri, articoli sulla stampa locale e su emittenti televisive, il tutto reso invano dalla latitanza in merito dei due grandi politici casertani, è servito il gesto fortemente responsabile di un altro consigliere Marco Cerreto del Pdl (l’unico davvero presente e vicino alle problematiche del nostro quartiere) che dopo un unico sopralluogo nella villetta comunale si è reso conto dello stato di abbandono e degrado della struttura e della gravità relativa all’indifferenza che i due politici di zona e dell’assessorato competente mostravano a riguardo”.

“Dall’intervento di Cerreto – sottolinea Striano – la storia è cambiata. Lo stesso consigliere ha presentato varie interrogazioni al sindaco e all’assessore competente a cui ancora oggi non è stata data risposta. Le telecamere sono tornate nella zona, gli abitanti hanno ripreso fiducia nelle istituzioni, il Comitato di quartiere ha denunciato al Corpo Forestale dello Stato e alla Procura della Repubblica l’amministrazione comunale in merito alla problematica il tutto sempre avendo affianco il consigliere Cerreto. E ora che tutto sembra pronto per la riqualificazione della zona (sarà stato l’effetto della denuncia alla procura della Repubblica?) ecco che Zullo e Boccagna si assumono la paternità di quanto sta per realizzarsi. Come a dire, l’appropriarsi indebitamente degli sforzi e dell’impegno profuso da altre persone (Cerreto e il Comitato di quartiere Parco degli aranci) è un dovere fortemente riconosciuto se come riconoscimento vi è la possibilità di riguadagnare la considerazione che negli ultimi anni è venuta a diminuire per lo scarso interesse verso il quartiere di appartenenza (bacino di voti sia per Zullo che per Boccagna) e verso gli abitanti dello stesso”.

“Come presidente del Comitato di quartiere Parco degli Aranci – conclude Striano – faccio stavolta e senza vena di ironia i miei più sentiti ringraziamenti all’assessore Gigliofiorito per la svolta che ha dato al progetto di riqualificazione, a Marco Cerreto del Pdl che ci è stato sempre vicino e ha indotto la maggioranza a prendere provvedimenti per la riqualificazione della villetta e a tutti gli abitanti che ci sostengono e che danno linfa e considerazione al Comitato di quartiere. E colgo infine, l’occasione per invitare pubblicamente Andrea Boccagna e Salvatore Zullo affinché possano ricevere gli applausi e i ringraziamenti di tutte le persone indebitamente offese con il loro gesto che certamente non rende onore alla politica casertana e in genere”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico