Caserta

Presentata a Roma la “Reggia delle Meraviglie”

Reggia di CasertaCASERTA. Sarà Maria Grazia Cucinotta la madrina della “Reggia delle meraviglie”, il progetto di promozione internazionale della Reggia di Caserta e del suo territorio, promosso dall’Ente provinciale per il turismo, in programma il prossimo 28 novembre.

L’attrice siciliana ha partecipato questa mattina a Roma alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa, sul roof dell’hotel Marriott-Flora.

“Sono felice, come professionista e come donna del sud, di prender parte a un progetto così importante in uno scenario da sogno per tutti”, ha dichiarato la Cucinotta. Accanto a lei, all’incontro con i giornalisti sono intervenuti Enzo Iodice, amministratore dell’Ept di Caserta; Salvatore Naldi, Presidente di Federalberghi Napoli; Dino Trappetti, Presidente della Tirelli Costumi Spa; Maurice Agosti, maestro cerimoniere della Reggia delle Meraviglie; Fabio Mollica, esperto della cultura della danza nell’Europa del 700; Antonio Ciontoli, assessore del Comune di Caserta con delega alla Reggia, e i rappresentanti delle numerose realtà del territorio casertano che collaborano al progetto: l’associazione “Passato e futuro”, l’associazione “Siti Reali” e “Favole Seriche”.

“Siamo convinti – ha spiegato Iodice – che le politiche di valorizzazione del turismo a Caserta debbano puntare sempre di più sul principale attrattore, la Reggia vanvitelliana. L’obiettivo dell’evento è di offrire ai rappresentanti delle istituzioni, agli operatori turistici e alla stampa nazionale e internazionale un’occasione per conoscere la Reggia attraverso un’idea originale di rilancio. Caserta può e deve far parlare di sè non solo per i problemi che l’affliggono, ma innanzitutto per le tante risorse positive che ha e su cui le istituzioni stanno puntando”.

Il prossimo 28 Novembre la Reggia rivivrà i fasti della corte con una rievocazione del lungo regno di Ferdinando IV e Maria Carolina d’Austria attraverso diverse iniziative: Il Gran Ballo dei Borbone: 230 ballerini sfileranno e si esibiranno sia all’esterno che all’interno di Palazzo Reale in abiti e su musiche d’epoca in un’operazione di ricostruzione storica del periodo borbonico. La storia sarà anche il leit-motiv del corteo storico per le strade cittadine e il cambio della guardia di cui sarà protagonista un reparto rappresentativo dell’esercito borbonico. Una serie di concerti completeranno la rievocazione dell’atmosfera del regno, accanto a una serie di performance e animazioni affidate ad artisti internazionali, che “contamineranno” la Reggia in chiave contemporanea.

L’inedita mostra La Reggia e Regine (28 Novembre 2009-10 Gennaio 2010) curata dalla Collezione Tirelli Costumi che vedrà per la prima volta esporre un abito autentico di Maria Carolina, lo stesso indossato in un dipinto di Filippo Marsigli (1789) che farà da sfondo all’originale. I 22 costumi in mostra ricostruiscono, attraverso gli abiti indossati dai regnanti di tutta Europa, anche l’intreccio di relazioni tra quest’ultimi e la Real Casa Borbonica. La mostra degli abiti, nella ricostruzione scenica di Flora Brancatella, sottolinea l’illuminata visione dei Borbone che con la realizzazione delle Seterie di San Leucio dettarono i canoni della moda a cavallo del ‘700 e dell’800 in cui solo un’altra tessitura godeva della fama internazionale, quella del francese Joseph Marie Jacquard.

Il Workshop riservato a tour operator e giornalisti (29 novembre): Oltre 120 operatori turistici invitati in rappresentanza di 15 Paesi per presentare la Reggia di Caserta come destinazione turistica, inserita in un territorio che conserva grandi eccellenze, a partire dall’artigianato (con le sete di San Leucio) fino all’enogastronomia, con i prodotti vinicoli e l’industria casearia

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico