Caserta

Policlinico, Stellato invoca chiarimenti sullo stato dei lavori

Giuseppe StellatoCASERTA. La questione Policlinico assumi toni sempre più inverosimili dal punto di vista dell’emergenza sociale, sia per quanto concerne la difficilissima situazione dei 200 lavoratori rimasti senza lavoro, …

… sia per quanto attiene il fabbisogno sanitario necessario all’utenza provinciale e regionale che di certo beneficerebbe grandemente del completamento dell’opera. Il consigliere regionale Giuseppe Stellato, ha presentato una nuova interrogazione a risposta orale – Question Time – agli assessori alla Sanità e al Lavoro per le iniziative di rispettiva competenza, chiedendo di sapere “quali atti la Giunta Regionale intende intraprendere affinché sia completata la costruzione del policlinico e in particolare le iniziative utili all’assegnazione dei lavori di completamento per la realizzazione di un’opera fondamentale sia per corrispondere al diritto alla salute dei cittadini che per qualificare e rendere completa la Facoltà di Medicina della Sun e l’intero Ateneo casertano; nelle more se intende rinnovare gli ammortizzatori sociali agli oltre 200 lavoratori, che in un periodo di crisi acuta hanno perso il posto di lavoro”.

“Siamo ancora in attesa – chiarisce Stellato – purtroppo l’assessorato al lavoro, in riferimento alla nostra richiesta se si intenda rinnovare gli ammortizzatori sociali agli oltre 200 lavoratori, non ha risposto. Per la Giunta la questione lavoratori è subordinata alla questione cantiere, non è una faccenda autonoma, il destino di questi lavoratori è dunque condizionato all’assegnazione dei lavoratori alla nuova ditta appaltante, risultante seconda nel bando di gara e per la quale è stata chiesta una procedura d’interpello all’autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici, competente ad esprimere pareri relativamente a questioni che attengono alla fase di affidamento degli appalti. Noi stessi, stiamo insistendo sulla tempistica per il completamento dei lavori, affinché venga accelerata ogni procedura d’assegnazione, in rapporto all’importanza sociale ed economica di questa infrastruttura iniziata a febbraio del 2005, che, come più volte è stato ribadito, rappresenta un enorme volano di sviluppo socio-economico per la crescita del capitale umano ed il rafforzamento delle relazioni tra i soggetti culturali, economici ed istituzionali della nostra provincia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico