Caserta

Parco Primavera, Polverino: “Persi i finanziamenti”

Angelo Polverino CASERTA. Ben 16 programmi di riqualificazione, che prevedono la realizzazione di 373 nuovi alloggi, sia in nuova costruzione che attraverso il recupero di immobili esistenti, da rendere disponibile in locazione a canone sostenibile, sono stati finanziati dalla Regione Campania.

L’importo del finanziamento richiesto dai Comuni è pari a 56 milioni di euro, di cui 30 sono a carico del Ministero delle Infrastrutture ed il resto a carico della Regione. Caserta è fuori per non aver presentato nessun programma, nonostante le istanze di tanti cittadini, che lamentano difficoltà a pagare il fitto e che immancabilmente si rivolgono al Comune.

Questo ha portato il consigliere Angelo Polverino a chiarire come l’amministrazione, guidata da Nicodemo Petteruti, “non riesce a programmare interventi”, che comunque rientrano nel Piano triennale delle opere pubbliche comunali.

“Petteruti la deve smettere di dire che non ha soldi. “Se le banche – dichiara Polverino – non gli concedono prestiti, una ragione ci dovrà essere. E’ a capo di un esecutivo incapace. Il libro dei sogni delle opere pubbliche, resterà sempre tale, se non si portano a casa importanti finanziamenti come questi sull’edilizia pubblica abitativa, che altri comuni della provincia, più piccoli di Caserta, non si sono lasciati sfuggire. I programmi di riqualificazione permettono interventi sugli immobili comunali. Per di più, il Sindaco che da una vita parla di riqualificazione dei quartieri periferici e delle frazioni, lo fa senza cognizione di causa, alla luce di quanto gli passa davanti”.

“Non so che pensare – prosegue il pidiellino – di fronte a tanta apatia. Eppure è un addetto ai lavori. E’ vero che un Sindaco non può seguire tutto, ma non è possibile che ai Lavori pubblici si lascino sfuggire occasioni del genere. Come sono lontano i tempi in cui governava il centrodestra a Caserta. Sulle opere pubbliche nulla era lasciato per strada. Caserta in dieci anni è stata rivoltata come un calzino, grazie ai fondi erogati alla città. Non posso parlare di errori della sinistra, ma di grande inefficienza nel gestire la cosa pubblica. Non si alcun rispetto per quella fascia di popolazione, costretta al disagio quotidiano”.

“I finanziamenti ultimi – precisa Polverino – sono destinati al recupero e alla realizzazione di alloggi di edilizia residenziale sociale, per coloro che si trovano in condizioni di estremo disagio abitativo. La riqualificazione del parco primavera poteva rientrare in un programma di recupero e di riqualificazione. Bastava partecipare al bando indetto dalla Regione nel 2008. Un anno questo particolare, dal momento che il Consiglio comunale approvò una delibera con lo stanziamento dei fondi necessari all’acquisto del parco primavera”.

“Per la precisione – conclude Polverino – Petteruti si impegnò a mettere sul tavolo 4 milioni ed 800 mila euro per l’acquisto e 2 milioni e 400 mila euro per la riqualificazione del parco. Soldi che la Regione aveva messo a disposizione dei Comuni e nessuno sapeva niente. Prendo atto, ancora una volta, che la mala amministrazione sta distruggendo Caserta. Lo ripeto fino alla noia: prima se ne vanno e meglio è per tutti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico