Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Zona 167, l’Udeur scrive al sindaco

UdeurCASAGIOVE. Il commissario cittadino dell’Udeur, Gaetano Moretti, scrive una lettera al sindaco Vincenzo Melone elencando alcune problematiche riguardanti la nuova zona 167.

“Signor Sindaco, venendo a conoscenza dalla stampa locale della ritrovata armonia all’interno dell’Amministrazione da lei diretta, nella qualità di primo rappresentante del neo ricostituito gruppo politico Udeur di Casagiove mi permetto di portare alla Sua attenzione l’esistenza di alcuni problemi che riguardano la zona abitativa della nuova 167, che sono divenuti oggetto di critica e sintomo di malessere per un numero di cittadini sempre crescente, numero che aumenta proporzionalmente col tempo impiegato per la loro soluzione.

Con questa mia segnalazione,indirizzata alla Sua persona in mancanza di un rappresentante politico di riferimento al Comune, intendo farmi portavoce del suddetto malessere, peraltro pienamente condiviso dal gruppo Udeur, esponendo qui sotto alcuni dei problemi più “sentiti” nella speranza che Lei, Signor Sindaco, presti loro la giusta attenzione che meritano e vi ponga rimedio in tempi ragionevolmente brevi, evitando così che le odierne lamentele diano origine, se inascoltate, ad più ampio movimento di protesta a danno della presente Amministrazione.

Illuminazione della via Gramsci Porto alla sua attenzione un annoso problema che è oggetto continuo di lamentele: – non si capisce perché ci sia un ritardo così lungo nel sistemare l’illuminazione della via Gramsci specie nelle zone ove insistono le cooperative. L’illuminazione, ora inesistente, è assolutamente necessaria per ovvi motivi di sicurezza personale e stradale e dovrebbe essere operante già da lungo tempo come infrastruttura garantita dal Comune.

Dal momento che: – sono noti a tutti i tentativi di furto e di effrazioni nelle abitazioni e la presenza non episodica di individui sospetti nella zona; – sono altrettanto all’ordine del giorno le bande di giovinastri che nelle ore notturne schiamazzano e compiono atti di vandalismo sulla proprietà privata e comune; – sono molteplici i furti ed i tentativi di furto di auto nella zona; – la via Gramsci sta diventando area impunita per lo sversamento di rifiuti; – diventa proibitivo per i pedoni, per gli sportivi e gli amanti del Jogging (specie per le signore) percorrere la via in ore post crepuscolari. – la via Gramsci sta diventando una via sempre più “trafficata” poiché si immette in una strada importante che porta alla variante; – la presenza di complessi sportivi molto frequentati specie la sera fa sì che ci siano molteplici veicoli parcheggiati ai lati delle due corsie di marcia con il risultato che sono ristretti gli spazi utili per il traffico.

L’Udeur di Casagiove richiede la realizzazione immediata di una idonea illuminazione che scoraggi le azioni compiute da chi può agire finora indisturbato perché non visto e che migliori la visibilità ai pedoni e agli automobilisti riducendo il rischio di incidenti, così da garantire maggiore sicurezza a tutta la zona.

2) Completamento della villetta di via Giulio Tescione antistante il palazzetto dello Sport. Premetto che il progetto della sistemazione dell’area a villetta per pubblico utilizzo è stata accolta con soddisfazione dai residenti nella zona che ne hanno apprezzato l’inizio e l’avanzamento dei lavori. Si deve però purtroppo registrare che all’improvviso tutta l’attività si è fermata, e la villetta si trova ormai da alcuni mesi allo stato di opera incompiuta, con sommo disappunto dei residenti in zona che aspiravano a poter usufruire di un area di servizio pubblico completamente realizzata ,collaudata e dotata di una struttura finale, di modalità di utilizzo definite e dei necessari requisiti di sicurezza.

L’Udeur fa presente che attualmente la situazione nell’area “ villetta” è la seguente:

a) – bambini e ragazzi ci giocano ugualmente ma in maniera disorganizzata e non conforme a quanto previsto dal progetto e gli spazi a disposizione sono utilizzati per giochi non idonei alla struttura che potrebbero dar luogo ad incidenti (i recinti in pietra dei vialetti sono pericolose barriere)

b) le mamme ci portano i più piccoli a spasso con i passeggini ma non hanno una panchina ove sedersi e devono spesso stare attente alle pallonate o alle sassaiole dei ragazzi più scalmanati o alle biciclette che a volte scorrazzano indisturbate.

c) i più grandi e gli adulti siedono sui muretti, chiacchierano e socializzano e questo è indubbiamente un aspetto positivo che, credo, rientrava negli obiettivi principali posti dal Comune nell’edificare la villetta. Questo fino all’imbrunire. – è invece di aspetto fortemente negativo quello che si verifica sovente nelle ore di tarda serata o notturne: allorché la villetta diventa punto di riunione di ragazzi più grandi e più indisciplinati che entrano indisturbati all’interno dei vialetti con le loro moto dando luogo a rumorose e pericolose gimkane fuori programma e lasciano per terra bottiglie di birra i cui frammenti di vetro possono rappresentare un comprensibile pericolo per i bambini più piccoli.

d)non essendoci barriere di ingresso i cani randagi vi entrano indisturbati e lasciano depositi organici sulla stessa sabbia laddove il giorno dopo giocheranno i bambini. Stando così le cose, come rappresentante dell’Udeur chiedo un Suo solerte intervento al fine di: accelerare la conclusione dei lavori, definire la destinazione degli spazi, attrezzare convenientemente i diversi settori della villetta mettere in sicurezza l’area analizzando i rischi connessi assicurare una maggiore sorveglianza da parte delle autorità preposte

Pulizia strade Da tempo ormai si avverte un diffuso disagio per il grado insoddisfacente di pulizia in cui si trovano la via Tescione ed il versante casagiovese della via Gramsci.L’Udeur è al corrente delle difficoltà che Lei Signor Sindaco sta incontrando con il Consorzio e auspichiamo che si possa giungere al più presto ad un efficace accordo che ripristini il servizio come desiderato dai residenti . Ma se i tempi per la soluzione del problema dovessero allungarsi, Le chiediamo fermamente di esercitare tutta la Sua autorità per prendere una decisione che ci tolga la sporcizia dalle strade e che conferisca a tutta l’area la dignità che si merita.

Manutenzione delle strade La via Tescione è stata in questi ultimi tempi oggetto di molteplici interventi da parte degli addetti tecnici del Comune. (Ultimamente per esempio si è provveduto alla riparazione delle condotte idriche). Il problema che è divenuto motivo di lamentela riguarda la qualità dei vari scavi fatti e ricoperti dopo ogni intervento . E’ opinione di molti residenti che i lavori siano stati fatti in modo non proprio a regola d’arte dal momento che in corrispondenza di ogni scavo riempito si formano dopo poco tempo dislivelli , avvallamenti, buche e quant’altro. Tali irregolarità della strada creano comprensibili difficoltà a chi transita su due ruote e possono provocare incidenti. Chiediamo attraverso di Lei, Signor Sindaco, una maggiore sensibilità alla prevenzione degli incidenti da parte del personale addetto ai lavori affinché ponga maggiore cura nel riempire e livellare il terreno all’atto dell’intervento e verifichi metodicamente dopo alcuni giorni la qualità delle rappezzature effettuate.

Pulizia del lotto 9 I lavori sono iniziati e stanno procedendo. Vorrei a questo proposito ringraziare le Autorità Comunali che si sono subito attivate, dietro mia segnalazione, per far attuare la pulizia del lotto 9 il cui stato di degrado aveva generato forti lamentele in quanto poteva comportare anche problemi di carattere igienico/sanitario dannosi alla salute dei residenti circostanti. Le chiedo ancora Signor Sindaco, in via di prevenzione, di adoperarsi per fare recintare l’area del lotto in questione affinché non si ripetano in futuro sversamenti incontrollati di rifiuti e si mantenga uno stato di condizione igienica accettabile e continua.

Sensi Unici via Gramsci/via Tescione Questo è un problema che agli occhi di molti sembra si voglia gestire “all’Italiana”, facendo cioè finta di non vedere. L’Udeur è invece certo che Lei interverrà per risolverlo a nostro favore ed in maniera definitiva. Come noto esistono i segnali di senso unico all’incrocio tra la via Tescione e la via Gramsci che consentono, anzi consentirebbero, la circolazione solo a salire. Il condizionale è d’obbligo perché abitualmente quasi tutti i residenti di questa zona imboccano la via Tescione e scendono verso le loro residenze che si trovano a due passi dall’incrocio. Gli stessi residenti se vogliono andare verso piazza del mercato debbono infrangere un altro divieto di senso unico a salire posto all’incrocio tra la via Tescione e la traversa della stessa dove risiedono la maggior parte delle nuove cooperative. Se non ci sono state finora grandi proteste è perché ormai è invalsa l’abitudine generale di non tener conto dei divieti. Non credo sia il caso di soffermarmi sul pericolo di incidenti sempre incombenti che questa anomala situazione crea.

A questo punto Signor Sindaco, mi consenta alcune riflessioni: con i divieti non si scherza: non credo che si possa interpretarli. Per farli rispettare devono avere una loro utilità condivisa dagli utenti e non devono essere ritenuti inutili o addirittura dannosi dalla comunità. Se si è convinti poi che i divieti hanno una loro utilità allora si devono fare rispettare, altrimenti conviene tornare sulle decisioni prese e modificarli. Tra l’altro non si capisce perché debba esistere nella via Tescione il privilegio del doppio senso per chi ha la fortuna di abitare dalla Piazza Mercato fino alla piazzetta Crocco, mentre gli altri residenti devono necessariamente portarsi sulla via Gramsci se vogliono uscire di casa e andare da qualunque parte e quando rientrano devono necessariamente passare da piazza del mercato.

Non sarebbe male che chi ha predisposto l’attuale piano di viabilità riflettesse sulle difficoltà che incontra per esempio un automobilista disciplinato quando, di lunedì, per andare a casa deve per forza di cose attraversare la congestionatissima zona mercato, accrescendo la congestione con la sua auto. Perché non concedere a tale automobilista disciplinato la possibilità di svoltare dalla via Gramsci alla via Tescione e trovarsi subito a casa? Premesso che i cittadini della nuova 167 vogliono rispettare le regole emanate, l’Udeur chiede a Lei, Signor Sindaco, di adoperarsi affinchè vengano tolti i divieti di senso unico nella via Tescione almeno per i residenti della zona.

Egregio Signor Sindaco, da queste sei note messe a fuoco può evincere che esistono nella zona nuova 167 problemi sul tappeto che richiedono l’attenzione dell’ Autorità Comunale e la cui mancata soluzione ha generato una diffusa sfiducia tra i residenti che si sentono in qualche misura trascurati.

Come portavoce di molti residenti ed in linea con le politiche dell’Udeur di Casagiove che pongono al primo punto le tematiche territoriali mi aspetto da Lei una risposta concreta fatta di interventi reali e quantificabili che diano convinzione ai Casagiovesi di quest’area di essere al centro della Vostra attenzione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico