Campania

Passaggio al digitale, Codacons: “Chiederemo sgravio sul canone Rai”

CodaconsCASERTA. Da domani, martedì 1 dicembre, si passa al digitale terrestre per molti dei Comuni della provincia di Caserta, tra cui Caserta città, ma anche in centri come Aversa, Santa Maria Capua Vetere, Maddaloni e Marcianise.

Si tratta della grande operazione definita “Switch off” che sostanzialmente provocherà lo spegnimento dell’attuale tv analogica e l’accensione del segnale digitale. In sostanza, tutti i canali che attualmente si vedono con la televisione tradizionale, non si vedranno più. Per poter continuare ad usufruire del servizio, tra cui anche e soprattutto quello fornito dalla Rai, cioè dalla televisione dello Stato per la quale si paga già un corposo canone, bisognerà acquistare un ‘decoder’ e in alcuni casi anche una nuova antenna; il tutto accade a pochi giorni dal nuovo pagamento del canone Rai.

“Il problema, – rileva in proposito il presidente della Codacons di Caserta, Maurizio Gallicola, – sono i costi dell’acquisto del decoder, l’installazione, l’eventuale acquisto dell’antenna nuova e le questioni, almeno nei primi giorni, legate alla ricezione con il nuovo sistema. Senza contare, – continua l’avvocato, – che i prezzi dei decoder vanno dai 25 euro fino a 120 euro, cifra che dovrà moltiplicarsi per ogni televisione di cui si è in possesso. L’ennesimo raggiro perpetrato a discapito dei consumatori, – afferma duramente il presidente della Codacons Caserta, – e tanto è evidente dal fatto che il nostro Governo, che impone il decoder, non ha previsto alcuno sgravio sul canone Rai, che invece dovrà essere regolarmente pagato già dall’inizio del prossimo anno”.

“Siamo già al lavoro per la verifica della liceità del provvedimento e per capire se vi sono possibilità di chiedere uno sgravio sul canone Rai, almeno da parte delle famiglie più bisognose”, conclude e rassicura il presidente Gallicola.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico