Aversa

Vigili “centauri”? Solo un lontano ricordo

Le moto dei Vigili abbandonate nel depositoAVERSA. Ricordate quei bei motociclisti, appartenenti al corpo della Polizia Municipale, di una volta? Quelli che agevolmente si divincolavano tra strade urbane ed extraurbane?

Quelli che avresti potuto trovare sempre in agguato pronti ad intervenire in maniera veloce ed efficace? Quelli che ogni anno solare vengono ritratti nel calendario della Polizia municipale? Ecco sono solo un lontano ricordo perché da tempo immemore il servizio dei centauri “pizzardoni” non viene più effettuato. Il perche? Un dato ancora da chiarire visto che l’ultimo concorso dedicato esclusivamente al reclutamento di motociclisti è stato fatto più di 30 anni addietro, quando comandante dei vigili era Ernesto Margarita.

Sembra davvero strano in una città come Aversa,con un traffico veicolare che risente del flusso migratorio dell’intero agro. Ma sembra ancora più strano che proprio i caschi bianchi non diano un esempio di come smaltire e ridurre la pressione di auto in circolazione, e sembra ancora strano come delle nuove moto vengano abbandonate presso il deposito “Marino”, inutilizzate, e per le quali sembra che ancora si paghi bollo e tassa di circolazione, tutto a carico dei contribuenti.

Allora facciamo il punto: i Vigili Urbani attualmente in forza al comando materialmente non sanno portare le motociclette, alcuni mezzi che facevano parte del parco auto sono abbandonati a se stessi ed intanto i cittadini pagano la loro manutenzione ed il loro deposito, e da anni non viene predisposto un concorso ad hoc per adeguare Aversa a “città metropolitane” come Cesa, Casal di Principe e Lusciano dove il servizio “a due ruote” è attivo da tempo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico