Aversa

Vigile insegue ladro, lo acciuffa ma finisce al Pronto Soccorso

 AVERSA. Insegue un ladro di biciclette e finisce in ospedale, vittima delle cattive condizioni della pavimentazione di via Roma.

E’ accaduto a un vigile urbano costretto a ricorrere alla cure del pronto soccorso per i danni riportati nella caduta causata dall’urto di un piede contro uno dei pizzi sporgenti dei cubetti di porfido che pavimentano l’arteria principale della città. Avvistato un extracomunitario che si accingeva a portare via una bicicletta di notevole valore lasciata incustodita nei pressi di piazza Vittorio Emanuele, il tutore dell’ordine si è immediatamente diretto verso il malintenzionato per bloccarne l’azione.

Il ladro di biciclette si è dato alla fuga dirigendosi in via Cavour e prendendo poi per via Roma, per evitare la pattuglia di vigili in autovettura arrivata a dare man forte ai colleghi. Così l’inseguitore immediato dell’extracomunitario è rimasto il vigile che facendogli sentire, come si dice, il fiato addosso, lo ha spinto letteralmente tra le braccia del carabiniere di quartiere in servizio su via Roma. Ladro catturato e fuga finita, ma è finita anche la corsa del vigile urbano che, causa pavimentazione dissestata, è inciampato cadendo lungo per terra, riportando danni che hanno richiesto le cure del pronto soccorso, dove è stato accompagnato dai colleghi.

Ne avrà per qualche giorno, ma la caduta del tutore dell’ordine riapre la vecchia questione dei lavori malfatti nel ripavimentare di via Roma. Una realtà di sanpietrini sconnessi, ricchi di avvallamenti e di cedimenti che, nei primi giorni di ottobre, aveva imposto all’amministrazione comunale la chiusura dell’arteria proprio per consentire il rifacimento del manto stradale. Un intervento tecnico che però e stato limitato ad un breve tratto di strada mentre c’era chi sperava potesse essere esteso a tutta via Roma. Invece non è andata così, come ha dimostrato chiaramente la disavventura capitata al tutore dell’ordine al quale va un “bravo” insieme agli auguri di pronta guarigione.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico