Aversa

Confesercenti: “Texas, Cappuccini e Maddalena le priorità”

Maurizio PolliniAVERSA. Area Texas, Zona Cappuccini ed ex ospedale psichiatrico della “Maddalena”, tre realtà dalle quali non si può prescindere per il futuro non solo urbanistico della città.

Ad affermarlo il presidente provinciale della Confesercenti Maurizio Pollini che sottolinea come: “Al di là di quanto abbiamo ribadito in occasione dell’incontro preliminare per la redazione del Puc, vi sono queste tre criticità da monitorare”. Per l’area Texas, l’imprenditore aversano indica la realizzazione di un polo fieristico attrezzato, “anche perché non ci sono strutture di questo tipo in zona. Un utilizzo in questo senso crea anche un indotto non indifferente per tutta l’economia cittadina”.

Stesso discorso per la zona circostante l’ormai quasi inesistente convento dei Cappuccini, dove Pollini vede bene la realizzazione di un’area sportiva, con attrezzature di rilievo che richiamino utenti non solo aversani, ma anche dai centri vicini. Per ultimo, ma non per importanza, l’è manicomio civile per il quale la Confesercenti vede un futuro da facoltà di medicina, con specializzazione in psichiatria oltre che a verde attrezzato e campus universitario.

“Sarebbe – ha continuato Pollini – la logica continuazione di una storia secolare che non può essere accantonata a cuor leggero”. “Insomma, – ha concluso il responsabile Confesercenti – bisogna puntare a portare ricchezza per la collettività e non prestare il territorio alla speculazione cementizia dei soliti noti. Siamo di fronte ad un bivio e non possiamo non scegliere, anche per il futuro dei nostri nipoti, quella strada che porta ad un miglioramento delle condizioni di vita attraverso proposte che hanno in sé potenzialità di sviluppo per l’intera città. Basta con la cementificazione selvaggia che rischia di trasformarci in città dormitorio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico