Aversa

Cineclub Vittoria, primo ciak con Johnny Depp

“Nemico Pubblico” È “Nemico Pubblico” di Michael Mann, con l’eclettico Johnny Depp nei panni del famoso gangster Dillinger, il film che inaugura il 6 novembre la nuova stagione del Cineclub d’autore al Vittoria di Aversa.

Forte dell’ottimo successo riscosso negli anni precedenti, Ermanno Russo, ideatore del programma oltre che proprietario della storica sala aversana, ripropone la formula che si è dimostrata vincente e gradita ai tesserati. Sei delle nove pellicole in cartellone rimarranno in programmazione per due giorni consecutivi (lunedì e martedì), mentre le rimanenti tre potranno essere viste tutti i giorni, week end inclusi, alla convenientissima cifra di 13 euro.

Gli appuntamenti settimanali proseguiranno con lo spagnolo “Le 13 rose” di Emilio M. Lázaro in cui il nostrano Enrico Lo Verso è impegnato a interpretare una delle pagine più oscure del regime franchista, l’americano “Frozen River-Fiume di ghiaccio” di Courtney Hunt, drammatica storia d’emigrazione clandestina trionfatrice al Sundance Film Festival, e l’inglese “I love Radio Rock” di Richard Curtis, divertente spaccato sugli anni ‘60 e la loro carica eversiva.

“Nemico Pubblico” – trailer

Dai principali circuiti festivalieri internazionali giungono, invece, i successivi lungometraggi. Il britannico “Cheri” di Stephen Frears, con la straordinaria Michelle Pfeiffer nel ruolo di una delle eroine letterarie piú amate di Francia, ha sedotto la platea della Berlinale, lo yankee/teutonico “Il cattivo tenente: Ultima chiamata New Orleans” di Werner Herzog, con un controverso Nicolas Cage in evidente stato di grazia, ha scosso il pubblico della kermesse veneziana, laddove l’austriaco “Il nastro bianco” di Michael Haneke, intrigante opera che si interroga sulle radici del nazismo, non ha praticamente avuto rivali nella conquista della Palma d’Oro a Cannes.

Lo statunitense “Tra le nuvole” di Jason Reitman, accolto entusiasticamente al recente Festival del Film di Roma, con il divo del momento George Clooney, e il neozelandese “Amabili Resti” del premio Oscar Peter Jackson, tratto dal best seller “The Lovely Bones”, chiudono, infine, la rassegna.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico