Aversa

Calcio, 1-1 tra Normanna e Catanzaro

 foto da www.aversacalcio.itAVERSA. Nonostante la pioggia della notte, il terreno di gioco si presenta in discrete condizioni,palcoscenico perfetto per i leoni granata alla ricerca dei tre punti contro una squadra che milita ai vertici della classifica.

La partita può sembrare proibitiva per gli uomini di Sergio ma in campo scendono con grande determinazione. L’Aversa Normanna si rende subito pericolosissima, dopo tre minuti è Chietti che ha la possibilità di concludere a rete, Sarli gli serve su un piatto d’argento la palla gol che tutto solo colpisce però il palo, sulla ribattuta è Sarli che mette in rete ma in posizione di offside. Sono ancora i granata che fanno pressing, all’8′ è il solito Chietti che si rende pericolo con un cross dalla destra, il pallone sorvola di pochissimo la trasversale. Aversa padrone del campo, Sarli ci prova da fuori dopo aver superato due avversari, il tiro però è fuori. Al 16’ minuto tocca ad Arini, conquista palla sulla trequarti e scaglia un velenoso tiro rasoterra che mette in difficoltà Mancinelli. Il Catanzaro esce fuori solo al 17’ con Montella, ma è Cavaliere a negargli la gioia del gol con un intervento da manuale. Al 27’ è ancora il Catanzaro che ci prova, Mosciaro da fuori mira al set, la palla è fuori di poco. Attenta la difesa granata in più frangenti che rende sterili i tentativi di andare a rete del Catanzaro, perfetta anche in fase di contropiede, al 31° minuto dalla retroguardia parte un lancio per Pistillo che palla al piede supera due avversari, il tiro però si perde di poco alla destra del portiere. Al 40’ limpidissima palla gol per il Catanzaro, è Montella che in dubbia posizione spreca a due passi da Cavaliere, che superbamente gli toglie la palla dai piedi. Primo tempo che si chiude un minuto oltre il tempo regolamentare. Nella seconda frazione di gara il Catanzaro parte immediatamente aggressivo, cross di Corapi per Mosciaro ma è ancora uno strepitoso Cavaliere a negare la gioa del gol agli ospiti.

L’Aversa Normanna sembra essere rimasta ancora negli spogliatoi, si rende pericolosa solo al 5’ con Perna, missile insidioso che fa la barba al palo, dando l’illusione del gol. Il Catanzaro passa all’8’ con un euro gol di Longoni, palla a girare nel set sul lato lungo del portiere, nulla può Cavaliere. Al 12’ i calabresi provano a raddoppiare con Montella che si invola sul lato sinistro dell’area, il suo tiro si spegne di poco al lato. Ci prova ancora l’attaccante calabrese due minuti dopo servito egregiamente da Corapi, il tiro lambisce la trasversale. Il Catanzaro cambia volto, così anche i granata che subiscono costantemente il pressing calabrese, Cavaliere impegnato in più di un’occasione. Al 26’ mister Sergio esaurisce i cambi a disposizione, entra Prisco per Perna, in precedenza invece Balestrieri e Tovalieri hanno prelevato Parisi e Chietti. Al 29’ l’Aversa Normanna agguanta il pareggio, bastano soltanto sessanta secondi a Prisco per mettere la palla in rete, cross dalla sinistra di Sarli ed è l’attaccante granata a saltare più in alto di tutti. Aversa Normanna uno Catanzaro uno. Cavaliere si conferma uomo partita per i granata, eccezionale, sicuro, immenso, chiude la porta ai numerosi tentativi del Catanzaro di riportarsi in vantaggio. Al 35’ Auteri prova a cambiare le carte in tavola, Basile per Montella. I granata escono dalla tana, dopo il forcing del Catanzaro è l’Aversa Normanna che prende in mano le redini della gara, pericolosi prima con Sarli con un tiro centrale e poi con Mariniello con un cross insidiosissimo. Al 44’ Auteri prova a coprirsi ed a bloccare il pressing della compagine di casa, inserendo nella mischia De Franco per Benincasa, un difensore per un centrocampista quindi. Il recupero è tutto per l’Aversa Normanna che costringe il Catanzaro a restare nella propria metà campo, Sarli, Prisco e Mariniello rendono davvero difficile la vita ai difensori calabresi. La gara si chiude dopo cinque minuti di recupero.

I ragazzi di Sergio hanno agguantato il pareggio meritatamente, tutto sommato un pari giusto ma che può stare stretto alla compagine normanna, padrone del campo per quasi tutta la durata della partita. A fine gara Auteri bacchetta i suoi: “Avremmo dovuto gestire meglio il vantaggio, se fossimo stati un po’ più furbi, un po’ più determinati in alcune situazioni avremmo portato a casa i tre punti”, “abbiamo fatto un po’ di fatica a metterci bene in campo, l’Aversa si è battuta molto bene e ci ha messo in difficoltà”.

Sergio invece si ritiene molto soddisfatto “Credo che oggi abbiamo fatto un ottimo punto contro una squadra importante, non era facile e non a caso è una squadra di vertice, il campionato è molto difficile, mi dispiace per i tre punti che non sono arrivati ma è stata una buona prestazione. E’ stato un buon punto contro una buona squadra”. Mister Sergio si esprime anche in merito a Parisi: “Il Catanzaro aveva tre ottimi attaccanti, ed ho ritenuto giusto schierare Parisi in quel ruolo, è stata importante la sua prestazione”. Alla luce della splendida prestazione dell’estremo difensore granata, Sergio commenta: “Cavaliere è stato fermo sei mesi ed ha fatto molto bene, ha dato sicurezza ed ha fatto parate importanti, il ruolo di titolare in questo momento è di Pettinari, ma vedremo, in questo settimana si è allenato poco, giocherà quando starà bene”.

A fine gara si è concesso anche l’estremo difensore Cavaliere, uno dei migliori schierati in campo: “Sono molto soddisfatto della mia prestazione, non calcavo un campo di calcio da sei mesi e infatti dopo mezz’ora ho avuto qualche piccola difficoltà dovuta alla stanchezza, ma un plauso va a tutta la squadra. Comunque non è stato facile tornare ad essere titolare dopo tanto tempo”.

AVERSA NORMANNA (4-3-3): Cavaliere; Parisi (59′ Balistrieri), Di Girolamo, Campanella, Pistillo; Arini, Massimo, Mariniello; Chietti (65’Tovalieri), Sarli, Perna (75′ Prisco). A disp. Del Giudice, Ciminari, Zolfo, Longo. Allenatore: Raffaele Sergio.

CATANZARO (3-4-3): Mancinelli; Ciano, Gimmelli, Di Maio; Di Cuonzo, Bruno, Benincasa (90′ De Franco), Corapi; Longoni, Mosciaro, Montella (80′ Basile). A disp. Vono, Capicotto, Sorrentino, Gaglione, Ferrara. Allenatore: Gaetano Auteri.

Marcatori: 53′ Longoni (Cat), 75′ Prisco (AN)

Arbitro: Corletto di Castelfranco Veneto – assistenti:Bambini (Gubbio) – Fiorucci (Gubbio)
Ammoniti: Di Girolamo (AN), Montella (Cat), Recupero: 1′ pt; 5′ st

Risultati 12/a giornata del campionato di calcio di 2/a Divisione della Lega Pro. Girone C: Aversa Normanna-Catanzaro 1-1 Brindisi-Cassino 3-1 Gela-Cisco Roma 1-2 Igea Virtus-Juve Stabia 0-2 Isola Liri-Noicattaro 1-1 Melfi-Vibonese 0-1 Monopoli-Manfredonia 1-1 Scafatese-Siracusa 1-0 Vico Equense-Barletta 1-2

Classifica: Gela 27 punti; Catanzaro 26; Cisco Roma 25; Juve Stabia 24; Cassino 21; Siracusa 20; Brindisi 19; Scafatese e Melfi 17; Barletta 16; Monopoli e Aversa Normanna 13; Manfredonia 12; Noicattaro 8; Vibonese 7; Igea Virtus, Vico Equense e Isola Liri 6. Catanzaro penalizzato di 3 punti; Barletta, Igea Virtus e Vibonese penalizzate di 1 punto.

Prossimo turno (domenica 15 novembre): Barletta-Gela Catanzaro-Monopoli Cisco Roma-Melfi Isola Liri-Scafatese Juve Stabia-Vico Equense Manfredonia-Igea Virtus Noicattaro-Aversa Normanna Siracusa-Cassino Vibonese-Brindisi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico