Sant’Arpino

Sindaco ‘filantropo’, Pd: “I falsari non rispondono alle accuse”

PdSANT’ARPINO. “Un volantino, quello di Alleanza Democratica, che è un distillato di velenose infamie e di calunniose insinuazioni nel miglior stile che contraddistingue questa ‘banda del buco’, che colta con le mani nella marmellata, strilla e fa la vittima”.

Così il Partito Democratico, che torna di nuovo sulla polemica riguardante lo stipendio devoluto in beneficenza, ad alcune associazioni locali, dal sindaco Di Santo.

“Poiché riteniamo che la ‘beneficenza’ del sindaco non sia stata fatta in maniera trasparente, nel rispetto delle leggi e delle regole, ma bensì con sotterfugi, è opportuno che si forniscono all’opposizione e ai cittadini le risposte contenute nell’interrogazione, che è un legittimo controllo politico – si sottolinea ‘politico’ – sull’uso di soldi pubblici e non privati, come si tende di far credere. Cosa si deve pensare se vi ostinate a non dare risposte e continuate sulla falsariga del passato a buttarla in rissa permanente e con l’aggravante di sfiorare il profilo penale, quando si continua nella diffamazione di persone per bene? Valuteremo e ci regoleremo di conseguenza, sapendo già che vi saranno i ‘soliti noti’ che si lamenteranno se osiamo difenderci dalle vostre ‘mascalzonate’.

Perché continuate a non volere dar conto di ciò che voi stessi avete regolamentato con il ‘Protocollo di Intesa’ tra l’Amministrazione e l’Associazione ‘Padre P. Ziello’? Cioè rendicontare l’uso di quei soldi che si ribadiscono sono soldi pubblici. Perché non volete affrontare la questione nei suoi termini esclusivamente politici e cercate sempre di trasferire il tutto sul piano delle contumelie verbali e delle offese alla persone? Abbiamo chiesto di conoscere, e questo è un nostro diritto-dovere, come vengono utilizzati e spesi ben 24mila euro. E voi cosa fate? Cincischiate una prima risposta senza senso, dicendo che sono soldi propri e ne fate l’uso che volete. Poi ci dite che avete consultate varie associazione, tra cui la Caritas parrocchiale, la quale si è dichiarata non disponibile a gestire i soldi in beneficenza e in base a tale mancata disponibilità avete scelto di dare l’82% (ben 1800 euro) ad un associazione nata ad hoc durante le elezioni comunali (Ass. ‘Padre P. Ziello’).

Oggi, non vi vergognate di chiamare la Chiesa in causa come mantello delle vostre incapacità, non avendo il coraggio di assumervi le vostre responsabilità dicendo al popolo come stanno veramente le cose. Più parlate e più emergono elementi di ambiguità che fanno aumentare i nostri sospetti sul corretto uso dei 24mila euro del bilancio comunale. Falsari eravate e falsari vi confermate, specialmente quando propagandate risultati inesistenti e rinunce inesistenti. E quando emergeranno gli sprechi ed il buco di bilancio ne vedremo delle belle.

Il riferimento al titolo del bellissimo libro di Andrè Gide ‘I falsari’ è puramente voluto, poiché voi di Alleanza Democratica ‘per la mancanza di coraggio, per lo scarso approfondimento, per l’oscura coscienza, per essere complice nella costruzione della menzogna sociale, dello psicologismo facile e assolutorio, non fate altro che compiere una quotidiana aggressione alla verità’”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico