Sant’Arpino

Mensa, il Pd: “Di Santo e soci hanno la coda di paglia”

PdSANT’ARPINO. “Excusatio non petita, accusatio manifesta” (“Scusa non richiesta, accusa manifesta”). Per il Pd santarpinese ci si potrebbe limitare alla sola citazione del noto broccardo “per sottolineare la lunghissima coda di paglia di Di Santo e soci” …

… in relazione alla risposta data alla maggioranza ai democratici in merito alla richiesta di quest’ultimi di far coprire dal Comune di Sant’Arpino il 50% delle spese di mensa scolastica agli alunni che frequentano la scuola materna di Succivo. Quest’ultimo comune, infatti, per gli alunni non residenti sul proprio territorio ha raddoppiato la tariffa di refezione scolastica. Una richiesta, però,non gradita dalla maggioranza Di Santo, che ha accusato il Pd di strumentalizzare una scelta operata da un altro Comune.

“Per fortuna – sottolinea il Pd – tutti i cittadini sanno leggere e distinguere. La nostra lettera è un contributo ‘offerto’ alla durezza di comprendonio di questa Amministrazione che ogni giorno di più deve ricorrere alle bugie, dimostrando così non solo di essere incapace, ma anche ignorante perché non riesce più a leggere e a capire le cose più semplici. E così deve sempre alzare il tiro di una polemica inutile, che non aiuta nessuno e mette solo a nudo le deficienze di una coalizione senza alcuna idea e progetto, che tira avanti grazie a tutto quello che altri prima di loro hanno ideato, progettato e realizzato. Si inventa un attacco inesistente e utilizza il nostro intervento per polemizzare con l’Amministrazione comunale di Succivo. Ci dispiace se abbiamo involontariamente procurato un’apnea agli amici della maggioranza, possiamo solo consigliare loro di fare esercizi fisici per migliorare le loro capacità respiratorie. Come pure consigliamo loro di ripassare un po’ di regole della buona amministrazione e di ritornare a frequentare qualche corso di scuola serale (l’età ce l’hanno) che li aiuti a meglio leggere e comprendere le cose che l’opposizione scrive e suggerisce per migliorare le condizioni di vita dei nostri concittadini”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico