Sant’Arpino

Legambiente chiede un ‘Piano Urbano della Mobilità’

 SANT’ARPINO. “C’è bisogno di un ‘Piano Urbano della Mobilità’ che sia ambientalmente sostenibile”.

E’ ciò che Legambiente ha chiesto all’amministrazione comunale di Sant’Arpino atellano con una missiva. Nella lettera, indirizzata al sindaco Di Santo e agli assessori Chianese, Spanò e Iorio, il presidente del sodalizio ambientalista atellano, Antonio Pascale, chiede al Comune, impegnato da diversi mesi in iniziative di miglioramento della viabilità stradale, di pervenire ad una “politica della mobilità” che affronti a tutto tondo la problematica della mobilità urbana che orienti l’evoluzione del sistema locale degli spostamenti verso una maggiore sostenibilità, in coerenza con la programmazione europea, nazionale e regionale.

“L’obiettivo è – spiega Pascale – consentire ai cittadini Santarpinesi di riappropriarsi, in sicurezza, delle strade e della piazza della città ormai da troppo tempo conquistate dalle ingombranti ed inquinanti automobili. Un Piano partecipato che si integri con gli strumenti di programmazione sui temi cruciali della città: la pianificazione urbana, i servizi sociali e le fasce deboli, l’ambiente, la valorizzazione del centro storico, i giovani, la cultura, la sicurezza, la partecipazione”.

“Non basta far girare gli agenti di polizia municipale in bicicletta o dare in premio ‘biciclette’ – continua Pascale – non è sufficiente fare rotonde illuminate se alcune arterie principali della città sono addirittura prive di marciapiedi”.

Su una popolazione di 12mila abitanti, sono circa 8mila gli autoveicoli circolanti a Sant’Arpino (dati Aci) con un trend che è in crescita da decenni.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico