Sant’Arpino

Il Camper Antiusura arriva a Sant’Arpino

Camper Antiusura SANT’ARPINO. E’ arrivato lo scorso lunedì a Sant’Arpino, in Piazza Umberto I, il camper antiusura con a bordo un’equipe di psicologi ed avvocati che sta attraversando l’intero territorio di Terra di Lavoro.

“Usura, una via d’uscita c’è”, questo il titolo dell’iniziativa finalizzata alla costituzione di una rete antiusura sul territorio della provincia di Caserta, organizzata dalla Camera di Commercio di Caserta con il supporto delle associazioni di categoria e dei sindacati, a cui ha aderito l’amministrazione comunale retta dal sindaco Eugenio Di Santo. L’iniziativa sarà articolata in due fasi. La prima, itinerante, è quella attualmente in atto e prevede l’informazione e la sensibilizzazione della popolazione dei 104 comuni della Provincia di Caserta attraverso la distribuzione di materiale informativo e un numero verde 800.201502, centro di raccolta telefonica delle denunce. La seconda fase vedrà, invece, l’istituzione, presso le associazioni e i sindacati aderenti, di sportelli antiusura che daranno supporto a chiunque ne abbia bisogno e che sosterrà tutti coloro che decidono di denunciare. A Sant’Arpino il camper è stato accolto dal primo cittadino Eugenio Di Santo, dal Vicesindaco Rodolfo Spanò, dall’assessore alla sicurezza urbana Nicola Chianese e dal Comandante della Polizia Municipale Lucio Falace.

“La nostra amministrazione – ha dichiarato Chianese – ha aderito con grande piacere e soddisfazione ad un’iniziativa che consideriamo importante in particolare in un momento di recessione economica come quello che stiamo vivendo che rende, soprattutto le piccole imprese, ancora più esposte al rischio di usura. Un fenomeno tanto nascosto quanto evidente che è radicato nei nostri territori e che va combattuto con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione. Il nostro augurio che anche nel nostro paese venga istituito uno sportello antiusura che spinga la gente a denunciare, che fornisca un aiuto concreto a chi è vittima e che avrà tutto il sostegno e il supporto della nostra amministrazione”.

“Un progetto indubbiamente tanto importante quanto ambizioso – ha continuato il sindaco Di Santo – che necessita del sostegno delle amministrazioni comunali per la lotta contro una piaga, come quella dell’usura, che rappresenta uno degli elementi che penalizza e annulla tutti gli sforzi tesi alla crescita delle comunità. La piaga dell’usura sul nostro territorio ha assunto ormai dimensioni tanto estese da non poter essere più ignorate, in particolar modo dagli organismi istituzionalmente chiamati a favorire la crescita economica del territorio e la sicurezza sociale. E’ per questo che la nostra amministrazione ha sostenuto e continuerà ad appoggiare quest’iniziativa tanto importante quanto nobile”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico