San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Tributi, Pascariello dà la caccia agli evasori

 SAN NICOLA LA STRADA. “Il settore Finanziario è in continua evoluzione a causa delle molteplici norme finanziarie emanate dal Governo.

Logica conseguenza è il notevole sforzo da parte del servizio tributi per il conseguimento dell’obiettivo di un’equa distribuzione del carico di tasse e imposte attraverso una lotta serrata all’elusione ed evasione di Tarsu e Ici, iniziata per altro negli anni precedenti”.

È il passaggio più importante dell’intervento che sindaco Angelo Pascariello ha fatto nel corso dell’ultimo consiglio comunale relativo al riequilibrio di bilancio 2009. Dunque, è caccia serrata agli evasori ed a chi elude il fisco. “Attraverso uno specifico progetto – ha informato Pascariello – sono stati individuati diversi evasori totali e parziali ed ottenuti lusinghieri risultati in termini economici. Per quanto attiene la nuova tariffa di igiene ambientale (la cosiddetta T.I.A., ndr.), riscontriamo una copertura superiore al 70% dell’intero ruolo. Riguardo all’Ici, si nota un sostanziale e progressivo aumento del gettito dal 2000 ad oggi, anche se l’abolizione della tassa per la prima casa ci ha creato minore disponibilità immediata per i noti ritardi con cui lo Stato provvede ai dovuti versamenti. Anche per il Servizio Acquedotto – ha aggiunto il primo cittadino – sono state effettuate verifiche di routine per gli anni precedenti che hanno determinato la scoperta di evasori ed il conseguente “recupero” di nuovi utenti. Obiettivo dell’Amministrazione comunale è il raggiungimento del grado di copertura reale del servizio pari al 100%. Anche per questo servizio si è proceduto prioritariamente alla verifica dell’accertato e dell’incassato procedendo, successivamente ed ‘in via bonaria’, a sollecitare gli utenti ‘ritardatari’ a versare quanto dovuto. Continua – ha sottolineato Pascariello – anche l’inversione di tendenza registrata anche lo scorso anno sui ricorsi da parte degli utenti, di nuovo inferiori a quelli degli anni precedenti. Le attività svolte dal servizio ragioneria sono particolarmente onerose e complesse e comportano assunzione di elevate responsabilità contabili. L’uso delle nuove tecnologie, se da un lato snellisce le procedure di trasmissione dati ed interconnessione con i ministeri e favorisce la trasparenza dei bilanci pubblici, dall’altro presuppone continui aggiornamenti di software ed un’adeguata formazione nell’uso dell’informatica. Gli adempimenti previsti hanno cadenze inderogabili, come la formazione ed approvazione del bilancio di previsione, del conto consuntivo e dei dati relativi al patto di stabilità che viene monitorato trimestralmente e, se non rispettato, determina per l’Amministrazione il rallentamento degli impegni e l’impossibilità di contrarre mutui. Ancora una volta l’Amministrazione di San Nicola La Strada – ha concluso – ha ‘adeguato’ i propri programmi ed obiettivi alle esigenze di bilancio e, nonostante i tagli ai contributi dello Stato, le riduzioni ed i vincoli di spesa, ha salvaguardato le ‘tasche’ dei contribuenti ed ha privilegiato l’erogazione dei servizi primari alla cittadinanza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico