Parete

Contributi previdenziali, il giudice assolve Sabatino

 PARETE. Per la Procura non aveva versato i contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori, ma per il giudice monocratico di Aversa, Marianna Sabatino, 28 anni, di Parete, non è colpevole.

La sentenza è stata emessa l’altra mattina dal giudice penale Rosa Cristiano accogliendo la tesi difensiva degli avvocati Enzo Guida e Pasquale Falco. L’imputata era stata rinviata giudizio in quanto rappresentante legale di una cooperativa edilizia. In questa qualità, dunque, come datore di lavoro, a seguito di un’ispezione effettuata da dipendenti dell’Inps, erano stati riscontrati degli omessi versamenti di tali contributi. Per questa ragione era scattata la segnalazione alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

Nel corso del processo, svoltosi dinanzi al giudice monocratico di Aversa, sono stati ascoltati i teste della Procura, vale a dire l’accusa formulata dagli ispettori dell’Inps, i quali hanno dato conto delle verifiche e delle ispezioni effettuate. La difesa ha cercato di dimostrare che l’insussistenza della ipotesi di reato, in quanto la datrice di lavoro non aveva avuto formula conoscenza della ispezione nonché della verifica effettuata. Al tempo stesso i difensori hanno evidenziato come non vi fosse la prova dell’effettiva corresponsione della somme di danaro ai lavoratori, facendo nascere, in tal modo, l’obbligo di versare i contributi.

Alla fine del processo il tribunale ha assolto l’imputato riservando le motivazioni della sentenza, che saranno rese note tra circa trenta giorni.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico