Orta di Atella

Verde pubblico e Tarsu, Ats sprona i commissari

 ORTA DI ATELLA. L’associazione Ats esorta i commissari straordinari a valutare la possibilità di rivedere la posizione assunta nei confronti della mensa scolastica.

“Purtroppo – affermano dall’associazione – le famiglie già sono attanagliate dalla crisi economica nazionale e dall’immobilismo locale, perché la gestione commissariale non fa sforzi al risparmio in altri settori e riversa le risorse economiche per ridurre il prezzo della mensa? I cittadini meno attenti potrebbero pensare che i fondi non ci sono, ma le casse del ente non hanno i disavanzi di amministrazione? Perché nel riequilibrio di bilancio non si prevede a ridurre la Tarsu riportandola a livelli precedenti in modo da non far ricadere una maggiore pressione fiscale sulla cittadinanza, gli sforzi della vecchia amministrazione che aveva lavorato per la Tarsu a 2.50 euro sono stati vanificati? Tutto questo esborso di denaro dovrebbe servire a qualcosa, dovrebbe servire a garantire un qualità della vita migliore? Se questo è il vostro intento ben venga ma prima di aumentare i tributi e aumentare la mensa scolastica perché gli uffici preposti non controllano gli incarichi affidati alle ditte esterne? O meglio ci spieghiamo con foto, perchè non si sanziona per il lavoro non fatto chi dovrebbe manutentare il verde pubblico, ci sono alcuni marciapiedi che non consentono in alcun modo la circolazione pedonale, anzi sembrano serre da coltivare , o forse visto l’impossibilità di acquistare piante per l’arredo urbano si preferisce lasciare che la natura faccia il suo corso in modo da garantire il verde pubblico. Cerchiamo di non farci rimpiangere le passate amministrazioni sia di maggioranza che di opposizione, sembra che in ogni caso almeno la voce dei cittadini in quel periodo fosse ascoltata”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico