Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Macerata Campania, presentata la “Festa di Sant’Antuono”

 MACERATA CAMPANIA. Grandissima affluenza domenica sera in piazza De Michele a Macerata Campania, c’erano più di mille persone per la presentazione ufficiale della festa di Santantuono 2010, organizzata dall’associazione ‘Santantuono & le battuglie di pastellessa‘.

Significativa la coreografia nello slargo maceratese, con le classiche botti ubicate al centro, l’esposizione degli strumenti tipici e gli immancabili stand dove si poteva assaggiare la gustosissima pastellessa, ma anche altri prodotti e bevande. Per il piatto tipico di questa festa c’è stata una vera e propria apoteosi, gli addetti alla cucina hanno fatto un lavoro straordinario.

L’associazione organizzatrice ha poi ospitato sul palco il sindaco Luigi Munno, il quale ha promesso che per l’edizione di gennaio 2010 ci sarà una grande ospite, così come avvenne lo scorso anno con gli Avion Travel. Sia il primo cittadino che gli esponenti dell’associazione ‘Santuono e le Battuglie di pastellessa’ hanno promesso che la festa sarà ulteriormente portata all’esterno, proprio per far conoscere la cultura maceratese in tutta la regione, ma si manterranno sempre le stesse tradizioni. Confermata la sfilata finale del 17 gennaio in piazza De Gasperi con tutti i carri che saranno iscritti.

 L’edizione che sta per venire sarà anche quella dell’inno ufficiale di Santatuono, infatti sul palco domenica sera è stato presentato l’autore, il professore di musica della scuola Pascoli di Macerata Giuseppe Bruno.

Il comitato sul palco ha fatto intervenire anche uno studente universitario di Nola, Pierluigi Cerqua, il quale si è appena laureato all’Univesrità di Bologna con una tesi in Etnomusicologia, nella quale ha brillantemente descritto la festa di Santantuono di Macerata nella sua straordinaria unicità. Durante la serata c’è stata anche un’esibizione canora e danzante della compagnia di Marcianise dei Suoni Vaganti, gemellata con l’associazione maceratese.

Infine ai classici strumenti si sono alternati, tutti i protagonisti dei carri dell’edizione 2009, che ancora una volta hanno diffuso il magico suono delle ‘battuglie di pastellessa’.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico