Caserta

Testamento biologico, Caserta istituisce il registro comunale

 CASERTA. Il Consiglio comunale di Caserta, nella seduta del 14 ottobre, ha discusso la petizione sull’istituzione del registro comunale delle dichiarazioni di volontà presentata dalle associazioni “Luca Coscioni” e “Gli Amici di Eleonora”, …

… dai Radicali Italiani e da molte altre associazioni e partiti locali, che aveva ricevuto un grande successo di adesioni e consenso tra i cittadini di Caserta. L’Assise, dopo un dibattito molto civile e appassionato su un tema tanto sensibile e delicato, ha approvato a larga maggioranza, trasversale, un documento di indirizzo che “impegna il sindaco e la giunta comunale a predisporre un regolamento che preveda l’istituzione di un registro che raccolga le comunicazioni dei propri residenti circa l’esistenza di dichiarazioni anticipate di volontà nei trattamenti di natura medica…”.

Ipromotoriringraziano il sindaco Petteruti, il presidente del Consiglio, avvocato Di Palo, e i consiglieri tutti “per la dimostrazione di sensibilità e di civiltà durante tutto il dibattito”. “Con questo atto – affermano i promotori dell’iniziativa – Caserta è la prima città capoluogo di Provincia della Campania che istituisce il registro, portando a 6 il numero delle città campane che hanno aderito a questa importante iniziativa di civiltà”.

Le associazioni provvederanno a realizzare l’ambizioso progetto “Liberi di scegliere” che mira a istituire il registro dei testamenti biologici nei principali Comuni della Provincia di Caserta. Nelle giornate di sabato 17 e domenica e 18 ottobre saranno raccolte le firme per la petizione da presentare nel Comune di San Nicola la Strada.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico