Caserta

Prefetto e Questore incontrano presidente Maestri del Lavoro

 CASERTA. Sono arrivati da tutt’Italia a Caserta i Maestri del lavoro per un corso di base sull’ambiente presso la Seconda Università di Napoli nella facoltà di via Vivaldi.

Per l’occasione il prefetto di Caserta Ezio Monaco ed in questore Guido Nicolò Longo, hanno ricevuto Gian Luigi Diamantini, il presidente nazionale degli insigniti dal capo dello Stato. Era accompagnato dal coordinatore nazionale della commissione scuola lavoro il casertano Mauro Nemesio Rossi, animatore delle attività in Terra di Lavoro.

E’ stata una di quelle giornate che segnano la nostra provincia per l’ampiezza dell’evento per due motivi Il primo si è trattato in assoluto della prima iniziativa del genere in Italia dello stato repubblicano, e perché a promuoverla è stato un gruppo di insigniti casertani che nell’ambito della Federazione dei Maestri d’Italia hanno permesso la stipula dell’accordo quadro con la facoltà di scienze ambientali e all’attuazione del corso.

A ricevere i partecipanti è stata l’assessore al Comune di Caserta con la delega all’ecologia Maria Grazia Mastellone in rappresentanza del sindaco, il preside della facoltà Vincenzo Paolo Pedone ed il console regionale Salvatore Marotta. Presente, inoltre, il console di Napoli Emilio Iuliano, anche in veste di iscritto al corso. A portare i saluti della scuola la preside dell’Istituto A. Ruggiero Adele Vairo in quanto la federazione nazionale dei maestri del lavoro ha stipulato una convezione di partenariato per il progetto “Scuola aperte”.

 Il corso di due giorni “full immersion” è stato messo a punto dal professor Andrea Buondonno ed è stato intitolato “Trilogia dell’ambiente” con i docenti Flora Angela Rutigliano e Sante Capasso. Prima dell’inizio dei lavori, sempre nell’abito degli accordi con l’ateneo, la federazione dei maestri del lavoro ha annunciato il “premio Esagono” per i laureati della facoltà, istituito in modo permanete con la Pmi di Confindustria Caserta ed in particolare con il suo Vice presidente Giovanni Bo.

In serata l’incontro in questura ed in prefettura della delegazione degli insigniti. Si è discusso del ruolo attivo che svolgono le stelle al merito del presidente della Repubblica nella società ed in particolare del rapporto con il mondo della scuola. I maestri del lavoro intrattengono conversazioni con gli studenti per quanto riguarda la sicurezza sui posti di lavoro, l’avviamento al lavoro e la salvaguardia dell’ambienti. Una deroga è stata concordata in Campania con il direttore scolastico regionale Alberto Bottino per cui la federazione è impegnata a diffondere i principi della legalità tra i giovani.

“I maestri ci hanno fatto da ponte con il mondo della scuola per diffondere tra i giovani i sani principi del vivere civile – ha commentato il prefetto Longo – una comunione che sta dando i suoi frutti e che ci vede legati alle loro iniziative”.

“E’ con vero piacere che ho appreso che l’accordo quadro stipulato con l’università nel maggio scorso proprio nel palazzo del governo è stata pienamente attuato – ha specificato S. E. il prefetto Ezio Monaco – il che dimostra che al di la delle emergenze, viviamo in una provincia ricca di iniziative ed eccellenze e che vengo additate come esempio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico