Capua - Grazzanise - Vitulazio - Camigliano - Pastorano - S.Maria la Fossa

Chiesa e immigrazione: convegno col vescovo Schettino e l’assessore Gabriele

da sin. Casale, Schettino e GabrieleCAPUA. “L’amore che salva e guarisce”, continua nella chiesa “Santi Filippo e Giacomo” retta da don Gianni Branco. Una settimana di studio ispirata all’Enciclica papale “Caritas in Veritate”.

Tema centrale della serata “Dottrina Sociale della Chiesa e il mondo della Scuola e dell’Immigrazione” con il monsignor Bruno Schettino, Arcivescovo di Capua e Presidente Nazionale della Fondazione Migrantes, Corrado Gabriele, Assessore Regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Campania, e Antonio Casale, Direttore Centro Fernandes di Castel Volturno. Emerge a chiare note dal seminario il tema dell’immigrazione e della formazione ai fratelli in difficoltà che non hanno avuto opportunità di avviamento al lavoro e dunque a disagio ora nelle nostre terre per mancanza di competenze specifiche. E ancora, anche nell’accorato intervento di sua eccellenza mons. Bruno Schettino, si evidenzia l’esigenza di coniugare accoglienza, che è piuttosto facile come modalità con la integrazione.

“E’ un processo culturale – incide monsignor Schettino – non vogliamo ghetto per poveri dannati né riserve indiane. I ghanesi, riferendosi ai recenti fatti di Castel Volturno, non sono islamici, sono cristiani, per cui scatta in noi la molla della solidarietà e della sussidiarietà, ma anche con altre religioni, un dialogo di amicizia, di benevolenza, di accoglienza. Bisogna adesso creare un nuovo umanesimo, un nuovo laboratorio di umanità, di integrazione di popoli, di civiltà esemplare. Nel nostro territorio occorre riprendere il discorso sull’ambiente, sul turismo sociale, sulla qualità della vita, sul valore educativo della scuola, sull’emergenza educativa dei giovani contro ogni droga. L’immigrazione non è una congiuntura di passaggio, ma è costitutiva di una società sempre più multiculturale e multietnica; la pace, la serenità dei rapporti, l’amicizia dei popoli, l’amore al fratello di colore, povero, ma dal cuore generoso, sincero sono la costruzione, che noi dobbiamo realizzare e subito, con l’entusiasmo nel cuore per una nuova civiltà”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico