Campania

Il Napoli rinasce con Mazzarri, De Laurentiis: “La mia prima scelta”

Aurelio De Laurentiis e Walter MazzarriNAPOLI. E’ iniziata oggi, con la presentazione del tecnico Walter Mazzarri, la nuova era del Napoli di Aurelio De Laurentiis.

Il presidente del club partenopea parla del ct livornese come una scelta che lui stesso avrebbe già fatto un anno e mezzo fa, quando fu esonerato Edy Reja: “Mazzarri è la scelta più ponderata, desiderata, voluta e giusta per il Napoli in questo momento, anzi siamo in ritardo di un anno e mezzo. Qualcuno ha detto – ha aggiunto De Laurentiis – che non ho preso Mancini perché costava troppo. Non ho mai fatto nella mia vita valutazioni su questioni economiche, ma sono talmente amico di Moratti che se avessi avuto un’esigenza del genere l’avrei negoziata con lui. In realtà non ho mai avvicinato né Roberto ManciniDelio Rossi, – ha precisato il presidente del Napoli – ho sempre avuto nella mia testa Mazzarri. Lo vedrei bene come giocatore di poker in un mio film”.

Altrettanto entusiasmo ha dimostrato in nuovo allenatore azzurro che si è detto pronto a questa nuova sfida: “Chi mi conosce sa che non sono in grado di fare sviolinate, ma per me il Napoli è un punto d’arrivo, è paragonabile alle squadre che vanno per la maggiore. Il bacino d’utenza del Napoli mi sembra sia il quarto in Italia, è una grande piazza, conosco il calore della città e della tifoseria, da questo punto di vista è il top, anche come stimoli e pressione mediatica. Non si può esitare ad accettare un’occasione così”.

Walter MazzarriParlando degli obiettivi da raggiungere il tecnico livornese punta tutta l’attenzione sul modulo da adottare tanto contestato dai tifosi partenopei: “Un allenatore per dimostrare serietà e professionalità deve saggiare la squadra personalmente – ha affermato il tecnico toscano -. Ho un’idea generale per aver visto il Napoli in tv, ma ho bisogno di interagire con i giocatori tutti i giorni per capire cosa fare e quali indicazioni dare alla società. La differenza la può fare il lavoro, ma questa è probabilmente la rosa più dotata tecnicamente che ho allenato. Nella mia carriera – continua Mazzarri – ho dimostrato che posso insegnare ogni tipo di modulo, ma il calcio non è numeri. Alla Reggina facevo il 3-4-3, alla Sampdoria volevano ricalcare quel calcio ma mi sono dovuto adattare ai giocatori che avevo. Ma l’importante sono i giocatori, l’anima, il ritmo in cui si fanno le cose, i movimenti. Sulla carta non ho mai avuto una rosa così competitiva. Ma i valori a tavolino non contano nulla. Dovremo creare un gruppo pieno di valori e di entusiasmo”.

La piazza napoletana è vogliosa di risultati e lo sottolineano anche le parole del presidente De Laurentiis che non ha mai nascosto l’obiettivo dell’Europa League: “Credo che il posto che compete al Napoli sia il quarto. Chiaro, non pretendo che Mazzarri centri l’obiettivo già quest’anno. Ma il piazzamento che ci compete è quello. Il sogno Cassano? Lo lascio a voi”.

Durante la presentazione ufficiale, avvenuta questa mattina, l presidente partenopeo ha ufficializzato il nuovo direttore sportivo che sarà Riccardo Bigon, figlio dell’allenatore Albertino ed ha annunciato che venerdì sarà presentato il nuovo responsabile dell’area tecnica, Gian Paolo Montali.

 A conclusione della conferenza di presentazione c’è stato una piccola incomprensione tra il presidente De Laurentiis ed il nuovo allenatore Mazzarri. De Laurentiis, infatti, ha precisato che il nome di Mazzarri, circola negli ambienti del Napoli già da un bel po’ ma l’affare non andò in porto e, a causa dell’interessamento del Napoli i dirigenti sampdoriani dovettero adeguare l’ingaggio del tecnico livornese. Su tale questione, però, Mazzarri ha voluto fare alcune precisazioni: “Devo fare una precisazione: la richiesta del Napoli non è servita per fare niente alla Samp, avevamo già degli accordi e a livello economico e non ha influito minimamente sul mio ingaggio futuro, non sono il tipo che fa questi giochi”.

Del nuovo organico partenopeo sta parlando anche la stampa britannica, come il ‘Daily Telegraph’ annunciando che la prima scelta di De Laurentiis sarebbe caduta su Gianfranco Zola e non su Walter Mazzarri. Ma il tecnico cagliaritano, attuale manager del West Ham, potrebbe arrivare a Napoli il prossimo anno, portandosi dietro anche il direttore tecnico Gianluca Nani e il direttore generale Scott Duxbury.

Foto del reporter Felice De Martino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico