Aversa

La polemica De Chiara-Marrandino favorisce Sagliocco?

Giuseppe Sagliocco AVERSA. La querelle De Chiara-Marrandino? Serve solo al gruppo dei consiglieri comunali vicini al consigliere regionale Giuseppe Sagliocco per sottrarre al sindaco Mimmo Ciaramella i voti dei tre consiglieri del Gruppo delle Libertà (al quale fa capo proprio il vicesindaco De Chiara) e metterlo in difficoltà.

E’ questa l’interpretazione politica che va per la maggiore dopo le dure critiche rivolte a De Chiara, nella sua attività di assessore alla cultura, dalla consigliera Pdl che, proprio per il mancato impegno nel settore, ha minacciato di dimettersi dalla commissione consiliare cultura. A rispondere a Marrandino per le rime lo stesso De Chiara che la invitava a dimettersi anche da consigliere tenuto conto del suo presunto scarso impegno.

A parole, si è registrata una levata di scudi a difesa della Marrandino da parte dei consiglieri comunali del Pdl. Ma, quando quest’ultima, spalleggiata dai compagni di cordata Gianmario Mariniello e Rosario Capasso, ha tentato di far passare una mozione di sfiducia di De Chiara, sottoscritta dai consiglieri del Pdl, non ha raccolto altro se non una generica assicurazione del coordinatore cittadino Nicola Golia a parlare della vicenda in occasione della prossima riunione tra le forze politiche di maggioranza.

Sulla vicenda da registrare anche un durissimo comunicato dei tre consiglieri e del direttivo cittadino del Gruppo della Libertà nel quale, tra l’altro, si esprime solidarietà a De Chiara “che nelle ultime ore è stato oggetto di una vera e propria guerra mediatica scaturita da un ingiustificato attacco promosso da Marrandino”.

E, a fronte di quanti nel Pdl hanno messo in discussione la vicesindacatura di De Chiara, il Gdl “auspica che finalmente si ritorni a parlare di politica, politica vera, fatta di regole, problemi e soluzioni, di quella politica che sembra essere la grande assente di questa esperienza amministrativa”. Il comunicato, in chiusura ribadisce che “Nicola De Chiara, espressione del gruppo e che solo dal Gruppo della Libertà potrà essere messo in discussione”. “Al nostro Gruppo – ha aggiunto in tono ironico da parte sua la capogruppo Nicla Virgilio – fa piacere constatare che l’intervento di De Chiara sia almeno servito a riportare pace e serenità all’interno del Pdl normanno. I consiglieri e il segretario di partito si sono ritrovati appassionatamente e felicemente riuniti. Dopo mesi di continui litigi alla ricerca di un capogruppo condiviso, situazione definita ridicola dalla stessa Marrandino, siamo contenti di aver contribuito a rassenerare gli animi. Allora De Chiara dovrebbe essere premiato? Finalmente la crisi che da mesi attanaglia il Pdl è superata. Grazie, Nicola, ti meriti qualche delega in più!”.

Intanto, anche se non è questo il momento propizio, a livello sotterraneo si continua a lavorare per il più volte annunziato rimpasto in seno alla giunta. In casa Udc, in particolare, nel corso di una cena di lavoro del gruppo consiliare e dei dirigenti di partito, si sarebbe deciso il passaggio dell’attuale assessore Nino De Cristofaro al costituendo Nucleo di Valutazione Comunale, con l’ingresso del consigliere Salvatore De Gaetano in giunta e di Gilberto Privitera, primo dei non eletti, in consiglio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico