Aversa

Fai e Aversadonna promuovono “La terra di Francesco”

Donatella CagnazzoAVERSA. Sabato 17 ottobre, alle ore 17, ad Aversa, presso il Complesso Monumentale di San Francesco, come in oltre 70 città italiane, si terrà un grande evento nazionale a cura dei delegati Fai di Caserta.

Donatella Cagnazzo e Nunzia Orabona, in collaborazione con l’associazione culturale Aversadonna, a sostegno della campagna “La terra di Francesco” dedicata al restauro di un luogo-simbolo come il bosco di San Francesco ad Assisi, donato al Fai nel 2008 da Intesa San Paolo, ma che abbraccia idealmente tutto il paesaggio italiano.

Un paesaggio sempre più in pericolo per la mancanza di coscienza civile degli amministratori e per la colpevole distrazione dei cittadini. Un patrimonio immenso e irriproducibile che sempre più spesso e in modo sconsiderato viene consumato con conseguenze che peseranno sulle prossime generazioni La riscossa del paesaggio parte da Assisi ,un luogo legato al messaggio di armonia di San Francesco, la cui vita ha sintetizzato il più alto modello di convivenza tra uomo e Natura.

Infatti, il Bosco di San Francesco, ora abbandonato e trascurato,sebbene intatto, è un magnifico “luogo qualunque”, un ambiente dimenticato da far rivivere: 60 ettari di tipico paesaggio umbro, dominato dalla Basilica di San Francesco, ricco di colline, di radure, di uliveti, querce e lecci, alberi da frutto. Il recupero e la riqualificazione di questo straordinario ambiente italiano permetteranno gratuitamente ai milioni di visitatori e pellegrini di vivere un luogo in cui la natura, la storia e lo spirito si fondono in una emozione unica. Si darà vita all’evento alle ore 17 nella Chiesa Monumentale di San Francesco delle Monache fondato nel XII secolo con visite guidate con esperte del settore, socie dell’Associazione Aversadonna che faranno mostrare le tele di Francesco De Mura e L’Estasi di San Francesco quadro datato e firmato da Jiusepe de Ribera, meglio conosciuto come lo Spagnoletto.

Da qui si accederà al Chiostro che con i suoi duecenteschi affreschi di scuola umbro-senese, le sue graziose bifore ed i curioso scolatoio delle monache, uno dei pochi rimasti ancora visitabili in Campania, conserva ancora un grandissimo fascino. Alle ore 18 si assisterà alla perfomance dell’attore Michele Rizzo “Il Canto di un Mistico, drammatizzazione della vita di San Francesco”.

Alle 18.30, un meraviglioso concerto sarà affidato alla maestria del direttore d’orchestra Filomena Piccolo. Il Cantico delle Creature e l’Undicesimo Canto del Paradiso sarà affidato alla voce di Carlo Guadalupi. In occasione dell’evento gli alunni dell’Istituto professionale “Mattei” raccoglieranno fondi offrendo al pubblico confezioni di tisane-malva, infuso due fiori, melissa, generosamente donate alla Fondazione da Aboca.

Per sostenere il recupero del Bosco, inoltre, sarà possibile donare 2 euro inviando un sms al 48548 da ogni cellulare personale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico