Aversa

Commissione Cultura, Tirozzi si dimette da presidente

Giovanni TirozziAVERSA. Il consigliere comunale Giovanni Tirozzi si è dimesso dalla carica di presidente della Commissione Cultura.

In una lettera invita al segretario del Gruppo della Libertà, dottor Nicola De Chiara, Tirozzi spiega le motivazioni che lo hanno spinto a tale decisione, affermando che raccoglie l’invito a rassegnare le dimissioni “come segno di responsabilità e di chiarezza politica all’interno della coalizione di maggioranza che il Gruppo della Libertà sostiene”.

Tirozzi era stato eletto lo scorso 15 ottobre presidente della commissone consiliare cultura grazie al voto dell’esponente del Pd e consigliere di minoranza Francesco Gatto. Da allora era sorta una polemica tutta interna alla maggioranza tra il Popolo della Libertà e il Gruppo della Libertà. Quest’ultimo nella giornata di giovedì 29 ottobre si è riunito nella sede di via San Biagio, alla presenza del vicesindaco e segretario Nicola De Chiara, di Antonio Di Santo, Nicla Virgilio, Stefano Di Grazia e Antonio Angustura.

De Chiara, in qualità di segretario, ha comunicato ai presenti la richiesta avanzata dal segretario del Pdl Nicola Golia, nel corso dell’interpartitico del 22 ottobre scorso, di annullare l’elezione di Tirozzi, definendola al di fuori “di ogni logica di coalizione e chiamando i partiti ad un’attenta riflessione al fine di riportare nella coalizione normalità di comportamenti ‘formali e sostanziali’, cosa che il Pdl ritiene condizione necessaria per la realizzazione degli obiettivi programmatici”. Il Gdl, ritenendodi dover dare un segnale di disponibilità e di chiarezza politica agli alleati del Pdled agli altri partiti componenti la coalizione, ha chiesto al consigliere Tirozzi di rassegnare le dimissioni dalla carica, “quale segnale chiaro di grande responsabilità politica, – si legge nel verbale di riunione – a cui evidentemente dovranno fare seguito eguali e corrispondenti atti da parte delle forze di coalizione, anche al fine di riportare un clima di distensione e di rinnovata collaborazione all’interno della maggioranza per un immediato rilancio dell’azione politica e amministrativa”.

Il Gdl, però, ha chiarito:“L’elezione di Tirozzi è avvenuta, è vero, senza alcuna indicazione da parte dei partiti ed è stata frutto di una spontanea valutazione dei componenti la Commissione Cultura. Ma questo dato non deve essere letto come un ‘percorso personale’ di un consigliere del nostro gruppo perchénoi riteniamo indispensabile il rispetto della regole e delle prerogative di partito”. De Chiara e company hanno poi ricordato quanto evidenziato dal segretario del Pdl Golia nel corso dell’interpartitico del 22 ottobre, e cioè che alGdl spettala presidenza di una Commissione consiliare spetta per accordi post elettorali.

I presenti, infine, hanno chiesto al segretario De Chiara di convocare un tavolo interpartitico immediato per comunicare agli alleati di coalizione la decisione. Alla riunione sono poi seguite le dimissioni di Tirozzi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico