Teverola

Il Pdl si spacca, Bortone: “No agli ex lusiniani”

Francesco Bortone TEVEROLA. Il gruppo guidato da Gennaro Caserta conferma che il Pdl teverolese è “compatto”. Una definizione che viene smentita dagli altri esponenti del partito Francesco Bortone e Luigi Menale, …

… per i quali l’ex candidato sindaco e coloro a lui vicini “stanno diventando minoranza grazie alle scelte politiche non condivise dalla gran parte degli iscritti al partito”.

Proprio i due berlusconiani, assieme ad un gruppo di professionisti, potrebbero arrivare alla costituzione di una lista civica con a capo “Ciccio” Bortone. “Siamo dispiaciuti della rottura all’interno del partito, – commenta Luigi Menale – ma era inevitabile. Se dall’inizio si sceglie di seguire una certa linea, questa, ad un certo punto non può essere messa in discussione a favore di logiche politiche non comprese e non accettate dalla maggioranza dei membri del gruppo”.

Menale lascia intendere come Caserta avrebbe stretto alleanze con i “dissidenti” della ex maggioranza guidata da Biagio Lusini. “La nuova alleanza tra dissidenti e Gennaro Caserta troverà il tempo che merita, sono assai scettico sulla durata di tale accordo, perché è assolutamente privo di un fondamento e presto si manifesterà come un accordo inutile, cosa che io e il dottor Bortone avevamo da sempre auspicato e perciò sempre cercato di evitare. Come possiamo accettare all’interno del gruppo del Pdl persone, vedi Gennaro Melillo e Francesco Pecorario del Pd, che non hanno mai condiviso nulla col nostro partito e che fino a poco fa erano fedelissimi a Lusini? Il paese e il partito hanno bisogno di identificarsi in una persona coerente e il dottor Bortone la sua coerenza politica non l’ha mai messa in discussione”.

Menale, tuttavia, lascia aperta la porta del dialogo: “Nonostante i dissensi – conclude – ci sarà lo stesso dialogo fra le due parti, questo è sicuro. Facciamo ancora parte dello stesso partito”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico