Sant’Arpino

Concluso il terzo Torneo di Calcio Brasiliano

 SANT’ARPINO. A Sant’Arpino, tra un’ovazione generale del gremito pubblico presente e l’entusiasmo delle centinaia di giovanissimi atleti partecipanti, l’altro giorno è calato il sipario sul 3° Torneo di Calcetto Brasiliano “Golden Baby”.

Teatro della riuscitissima manifestazione sportiva è stato il parco giochi “Rodari”, in via della Libertà, trasformatosi per l’occasione in un imponente stadio. Per dieci giorni sullo speciale palcoscenico calcistico si sono esibite formazioni di giocatori con un’età compresa tra i 6 e i 14 anni. In totale sono stati circa 160 i ragazzi (simpatica anche la partecipazione di alcune donne) che hanno preso parte al torneo. Tante e coinvolgenti le emozioni che hanno regalato i giovanissimi atleti che, a dispetto dell’età, hanno riservato ai tantissimi sportivi quotidianamente accorsi giocate spettacolari degne della migliore tradizione del calcio amatoriale.

Il torneo ancora una volta è stata un’idea vincente che premia il notevole sforzo organizzativo profuso dagli ideatori dell’iniziativa, ovvero i componenti dell’Associazione “Atella 2000”. Il sodalizio santarpinese, guidato dal tenace Carlo Luongo, si è avvalso del patrocinio e della collaborazione dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Eugenio Di Santo.

 “Abbiamo vinto una nuova scommessa”. Ha commentato visibilmente soddisfatto il presidente Luongo che ha aggiunto: “sono stati centrati in pieno gli obiettivi del torneo: promuovere i valori dello sport, favorire l’incontro e la socializzazione tra i ragazzi, far vivere un’esperienza indimenticabile ai piccoli atleti, regalare emozioni speciali agli “adulti” che in tantissimi hanno sostenuto con calore e affetto noi organizzatori e i ragazzi in campo.

Un successo che ha tanti nomi: da quelli istituzionali, in primis ringrazio il sindaco Di Santo e l’intera amministrazione, a quelli dei componenti dello staff organizzativo che mi sembra giusto citare: Lello Pezzella detto Sprint, Lello Riccitiello, Gennaro Del Prete, Enzo Imparato, Rosa e Pina Luongo, Aniello Palmieri , Nunzio Pezzella, Tommaso Cinquegrana, Mario e Giuseppe Silvestre, Carmine Marchese, Antonio Riccitiello”.

“Bisogna sottolineare il lodevole impegno profuso dall’Associazione Atella 2000 – ha sottolineato il sindaco Eugenio Di Santo appena dopo la cerimonia di premiazione, alla quale ha preso parte accompagnato dagli assessori Elpidio Iorio e Gianluca Fioratti – che anno dopo anno si supera nella promozione di un evento sportivo e sociale che raccoglie il plauso non solo dei santarpinesi ma anche degli abitanti dei comuni limitrofi. L’iniziativa ha il merito di radunare migliaia di persone all’insegna dei valori dello sport. Un’esperienza educativa e di crescita per quanti vi partecipano da protagonisti o anche da semplici spettatori. L’Amministrazione anno dopo anno, attraverso il consigliere delegato allo sport Domenico Cammisa, s’impegna a sostenere sempre più e meglio quest’iniziativa che sul campo si è guadagnata l’ingresso nel novero delle manifestazioni più significative che si promuovono nella nostra cittadina”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico