Italia

Influenza A, 20 medici indagati per la donna morta a Messina

MESSINA. La Procura di Messina ha emesso venti avvisi di garanzia nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Giovanna Russo, deceduta sabato all’ospedale “Papardo” dove era ricoverata dal 30 agosto per il virus dell’influenza AH1N1.

I provvedimenti sono stati notificati a tutti i medici che hanno avuto in cura la donna dal momento del ricovero, prima nel reparto di Malattie dell’apparato respiratorio e successivamente in quello di Rianimazione. Alcuni degli avvisi di garanzia sono stati notificati anche nei confronti di chi, nel Centro di riferimento regionale di Palermo, ha analizzato i due tamponi faringei inviati dal nosocomio messinese: il primo prelievo del 31 agosto aveva dato esito positivo e indicato la presenza del virus AH1N1, mentre il secondo, del 5 settembre, era risultato negativo e non aveva cioè rilevato la presenza del virus.

Nel pomeriggio il sostituto Adriana Sciglio, alla quale il procuratore Guido Lo Forte ha assegnato l’incarico di aprire un fascicolo d’ufficio, conferirà l’incarico per l’autopsia ad un pool di consulenti dell’Università di Palermo “per tutelare l’interesse della collettività per quello che potrebbe essere il primo caso in Italia di morte diretta da influenza A ma anche degli stessi familiari della vittima”.

Nell’ospedale “Papardo”, intanto, sono giunti gli ispettori del Ministero della Salute e dell’assessorato Regionale alla Sanità che dovranno esaminare il decorso clinico della paziente.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico