Home

Ronaldinho: “Mai pensato di smettere”

RonaldinhoRonaldinhosmentisce le voci diffuse dalla stampa spagnola secondo cui avrebbe deciso di lasciare il calcio.

Solo domenica il quotidiano sportivo spagnolo “Sport” affermava che il brasiliano aveva deciso di lasciare il calcio perché “ha perso tutta la motivazione per giocare ai massimi livelli in Europa”.
All’articolo aveva dato già una netta risposta il fratello, nonché procuratore, Assis,il quale metteva in chiaro la totale volontà del brasiliano di giocare ancora.Ora èdirettamente l’ex pallone d’oro a ribadire la sua volontà di continuare, anziè pronto “per raggiungere nuovi obiettivi con il Milan” con cui ha un contratto in scadenza nel 2011. “Non ho mai considerato l’opportunità di lasciare il calcio”, le parole di un seccato Ronaldinho che vuole la convocazione per il mondiale e di certo non si farà indietro. Sport aveva affermato che “Ronaldinho è cosciente del fatto che il suo declino dipende totalmente dalla mancanza di motivazioni e di nuove sfide. Il suo modo di comportarsi è da ex calciatore. Per questo,sta seriamente considerando l’ideadi fare un passo decisivo e lasciare”. Insomma, considerazioni molto dure che avevano spinto, poi, Ronaldinho a dire: “Diversamente da quanto pubblicato dal giornale spagnolo Sport non ho mai pensato di smettere. La notiziaè priva di qualsiasi fondamento reale. La mia fonte è l’allegria, ègiocare a calcio. Sono molto felice a Milano e nel Milan; allo stesso modo in cui sono stato felice in tutte le città e club in cui ho giocato. La critica, positiva o negativa, è valida, ma dev’essere fondata e basata su fatti reali. Tuttavia pubblicare informazioni false è inaccettabile”.
Il brasiliano, dunque,si toglie qualche sassolino dalla scarpa. Infatti, il quotidiano spagnolo già lo aveva accusato in passato, anche nel suo momento migliore. Un “accanimento sistematico” che di certo non fa bene al campione rossonero. Dinho vuole tornare ad alti livelli e il suo salutoè una promessa d’impegno nei confronti del Milan, del Brasille e forse anche nei confronti di Sport: “Ho un contratto con il Milan fino al 2011 e voglio rispettarlo impegnandomi su tutti i fronti”.
Il giocatore certamente non sta vivendo uno dei momenti più belli della sua carriera, sembrava che con l’arrivo al Milan fosse pronto a trascinare il club rossonero a qualsiasi vittoria ma paradossalmente il suo periodo di declinoè iniziato proprio con l’arrivo a Milano, sarà per le difese più chiuse dell’Italia o per una difficile condizione fisica. Ciò che è dinanzi agli occhi di tuttiè la sua lontananza dai livelli che lo hanno portato a vincere il pallone d’oro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico