Home

Fisichella alla Ferrari: “Sono felice e orgoglioso”

Giancarlo FisichellaGiancarlo Fisichella è sbarcato oggi ufficialmente in Ferrari a 36 anni e dopo quasi quattordici anni di carriera in Formula 1, con l’obiettivo di “ripagare la fiducia che mi hanno concesso il presidente Luca Di Montezemolo e Stefano Domenicali”, …

… con la consapevolezza di poter mettere a disposizione della squadra la sua “esperienza e costanza in gara” per conquistare assieme al compagno di squadra finlandese Kimi Raikkonen “più punti possibili per conquistare il terzo posto nel Mondiale costruttori”.

Giancarlo Fisichella è stato presentato ufficialmente questa mattina a Fiorano: il pilota romano sostituirà fino a fine stagione al volante della rossa l’infortunato brasiliano Felipe Massa ed esordirà questo weekend proprio nel Gran Premio d’Italia, a Monza, tredicesimo appuntamento stagionale, reduce dalla storica pole position e del secondo posto conquistato due settimane fa in Belgio al volante della Force India, un team che in questi due anni non aveva ancora raccolto punti iridati.

“Ho iniziato la mia carriera nel 1996 in Minardi e dopo quasi 14 anni avevo ormai abbandonato il sogno di guidare la Ferrari, ma ora sono felice ed orgoglioso”, ha detto Fisichella a Sky. “Cercherò di dare il massimo, sono sicuro di far bene, ce la metterò tutta. Quello di Monza sarà per me un fine settimana stravolgente, avrò su di me molta pressione, ma sarà una spinta in più assieme a tutto il pubblico, agli amici e ai parenti che saranno lì per me. Sono eccitato e non vedo l’ora che arrivino le prove libere di venerdì mattina”.

Un circuito, quello di Monza, che Fisichella conosce bene: “Ci corro dal 1992 quando ero in Formula 3. Si tratta di una pista che un pochino mi potrà agevolare, la conosco bene, ti permette di avere la possibilità di pensare di più prima di una staccata con i suoi rettilinei veloci e lunghi, avrò più possibilità di concentrearmi sul volante”. Una settimana intensa, la scorsa, quella vissuta da Fisichella dopo il secondo posto di Spa e prima della firma per Maranello. “Il primo contatto c’é stato mercoledì scorso, un giorno prima della conferma, e solo lì nonostante tante speculazioni ho cominciato a sperarci tanto”, ha raccontato Fisichella.

“Ci ho pensato tutta la notte, poi giovedì quando è arrivata la conferma non ci credevo, pensavo a un sogno. Invece il pomeriggio ero qui, dentro la Ferrari. Ho avvertito grande calore da parte dei meccanici e degli ingegneri, erano tutti contenti, mi sono messo subito a disposizione della squadra. Abbiamo fatto il sedile, ho partecipato alle riunioni tecniche e sono andato al simulatore. Qui mi sento già a casa, come se avessi corso già con loro”.

La prima telefonata dopo la conferma è stata quella del papà. “Lui è il mio primo tifoso, l’aspettava con impazienza, me lo chiedeva continuamente ma io non sapevo cosa rispondergli”, ha confessato il pilota romano. “E’ stato uno dei momenti più belli della nostra vita”. (Apcom)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico