Home

Daily Telegraph: “Semenya è un ermafrodito”

Caster SemenyaL’edizione australiana del Daily Telegraph riporta un’indiscrezione secondo cui la sudafricana Caster Semenya, medaglia d’oro ai mondiali di atletica di Berlino, è tecnicamente un ermafrodito.

Lo dimostrerebbero i test di genere condotti sulla 18enne subito dopo la sua discussa vittoria agli 800 metri. Secondo il quotidiano l’atleta non ha utero e ovaie, ma testicoli maschili interni. Un elemento che spiegherebbe i livelli di testosterone tre volte superiori a quelli normali per una donna, segnalati da precedenti analisi mediche.

L’International Association of Athletics Federations (Iaaf) ha ricevuto il responso dei nuovi test questa settimana, ma ha rifiutato di confermarne i risultati prima di farli verificare da un gruppo indipendente di scienziati e di informare la stessa Semenya. Tuttavia Pierre Weiss, segretario generale Iaaf, ha fatto precise allusioni al referto degli esami: “È chiaro che si tratta di una donna, ma forse non al 100%. In tal caso bisogna accertare se questa condizione la pone in una posizione di vantaggio in relazione alle altre atlete”.

L’Iaaf ha effettivamente ricevuto i risultati dei test concernenti l’atleta, ha detto il suo portavoce, Nick Davies, all’Associated Press, ma ha aggiunto che devono prima essere esaminati dagli esperti. In ogni caso la federazione ha già detto che Caster Semenya probabilmente conserverebbe le sue medaglie, perché in questo caso non si tratterebbe di doping. “Semenya è naturalmente fatta così. È stata iscritta con la sua squadra a Berlino e accettata dalla Iaaf” ha detto il portavoce.

La decisione sulla carriera della campionessa sarà presa a novembre e la sanzione potrebbe consistere nel divieto di partecipare a gare femminili. “Il caso avrà la priorità nel Consiglio esecutivo che si riunirà il 20 e 21 novembre. – ha aggiunto Pierre Weiss – Prima non sarà deciso nulla perché non abbiamo ancora tutti gli elementi a disposizione e quelli che conosciamo devono essere sottoposti a degli esperti. Al momento dobbiamo decidere se dovranno essere esterni alla Iaaf o della nostra commissione medica, che si riunirà il 16 ottobre a Monaco, o entrambi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico