Frignano - Villa di Briano

Elezioni: Magliulo sindaco e Piatto alla Provincia?

 FRIGNANO. Le grandi manovre per la prossima stagione politica sembrano proprio essere iniziate e, in attesa della prossima primavera (il 21 e 22 marzo si svolgeranno le elezioni provinciali e regionali) …

… l’autunno si preavvisa già caldo e gli animi iniziano conseguentemente a scaldarsi. Si rompono vecchie alleanze e se ne costruiscono nuove, tutto nel pieno rispetto di quel confusionario “gioco democratico” le cui regole sovrintendono allo svolgersi della vita politica locale da circa un trentennio.

I maggiori fermenti, manco a dirlo, si registrano nel Pdl che ha inaugurato il suo coordinamento sotto l’egida di Gabriele Piatto, il cui scopo sembra essere quello di ritornare alla Provincia. Per assicurarsi il consenso necessario, il coordinatore sembra non disdegnare un riavvicinamento all’ex avversario Vincenzo Magliulo che non fa certo mistero di rivolere la carica di sindaco che, senza ricucire lo strappo a destra, è impossibile pretendere.

Magliulo sindaco, Piatto in Provincia. Queste ipotesi generano scontento fra i “big” dello stesso centrodestra. Il partito degli “aspiranti” non ci sta. Non può gradire un simile scenario il consigliere uscente Franco Pagano (Udc) che ha costruito, negli ultimi anni, un buon consenso in paese. Dalla sua, una maggiore benevolenza tra le famiglie frignanesi e casalucesi e la possibilità di chiedere e ottenere quello che a Piatto fu concesso (e sciupato) a suo tempo: una seconda chanche.

Infastidito da queste ipotesi è anche Vincenzo Mastroianni, passato dall’Udc in Fi e poi nel Pdl, certamente per non stare a guardare mentre un accordo fra i soliti noti gli precluda la possibilità di tentare l’assalto allo scranno più alto del comune di Frignano. Un accordo strategico fra questi ultimi due, ai danni di Piatto e Magliulo, è più che una ipotesi. L’accordo non è solo possibile ma storicamente plausibile, viste le comuni radici politiche. Inoltre, prima del passaggio del “delfino” Mastroianni in Forza Italia, l’Avvocato (è bene rammentarlo) era proprio a braccetto con il consigliere provinciale e con il suo fidato aiutante di campo Mario Golia alla corte dell’Udc zinziano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico