Caserta

Trapianti fegato, stanziati fondi all’ospedale di Caserta

Nicola MarrazzoCASERTA. L’Associazione Italiana Trapiantati di Fegato della provincia di Caserta annuncia a tutti gli iscritti e alla cittadinanza che il continuo ed incessante impegno posto in essere dai responsabili del sodalizio, …

… finalizzato ad ottenere la dovuta attenzione da parte degli organismi competenti, nei confronti degli annosi problemi dei trapiantati e trapiantandi di fegato circa le note difficoltà esistenti presso il servizio Satte della locale Azienda ospedaliera casertana, finalmente ha dato un primo, vero risultato concreto. Infatti, grazie alla grande sensibilità dimostrata dal consigliere regionale, onorevole Nicola Marrazzo, che ha dedicato grande attenzione alle problematiche rappresentategli, si è potuto constatare che, come da egli promesso, effettivamente nel documento relativo alle variazioni degli stanziamenti del bilancio gestionale 2009 della Regione Campania (al Cap. N° 7.118. Area 20. Sett. 01) è stato approvato un contributo di 400mila euro in favore dell’Azienda Ospedaliera “S.Anna e S.Sebastiano” di Caserta per il progetto Satte – Servizio Assistenza Trapiantati e Trapiantandi di Fegato.

“L’impegno profuso dal presidente Marrazzo, – afferma il vicepresidente dell’Aitf, dottor Franco Martino – costituisce per tutti i componenti dell’Aitf casertana una grande iniezione di speranza e di fiducia nel futuro e nei confronti delle istituzioni. E’ davvero confortante per gente come noi che ha tanto sofferto,e che necessiterà sempre, per tutta la vita di una adeguata assistenza, sapere che nel ‘palazzo’ ancora ci sono delle persone serie, sulle cui parole date si può fare affidamento. Grazie di cuore presidente Marrazzo. Onore al merito”.

L’Aitf, inoltre, sottolinea con forza l’importanza e la necessità, anche e soprattutto per il futuro, di costituire azioni sinergiche tra tutte le forze in campo, nella consapevolezza che solo così facendo si possono nutrire delle buone speranze per il conseguimento degli obiettivi prefissati. Infine, l’associazione formula l’auspicio che tali significative risorse, accompagnate da un’oculata e sapiente gestione, possano costituire per davvero quel salto di qualità da tutti anelato, affinchè si possa passare dalla fase di continua precarietà, che ha caratterizzato il cammino del predetto servizio in questi anni, a quell’assistenza più serena e dignitosa cui riteniamo di avere diritto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico