Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, deleghe ai consiglieri: opposizione critica

Mario Fontana CASAPESENNA. Dopo tre mesi dalla prima seduta del Consiglio Comunale di Casapesenna dove il sindaco Fortunato Zagaria comunicava i componenti della giunta municipale e le deleghe speciali ad alcuni consiglieri, …

… il gruppo di opposizione “Insieme per Cambiare” prendeva atto del nuovo esecutivo cittadino, pur provando profonda delusione per la mancata istituzione di un assessore all’Ambiente e di un assessore Urbanistica-Lavori Pubblici.

“Eppure, – afferma il gruppo di minoranza guidato da Giuseppe Piccolo – guardando il programma amministrativo-elettorale divulgato in campagna elettorale, dove si diceva che esso ‘scaturiva da un’attenta valutazione dell’attuale realtà del paese’ per poi elencare tutte le opere pubbliche da realizzare, e tutte le iniziative che l’amministrazione si proponeva di fare sull’ambiente, si davano a questi temi grande importanza e si promettevano grande risorse. Delle mancate nomine degli Assessori all’Urbanistica-Lavori Pubblici e dell’Ambiente non è stata peraltro fornita alcuna motivazione in Consiglio Comunale”.

Secondo il consigliere di opposizione, Mario Fontana (nella foto), “a poco valgono, ovviamente, le deleghe conferite agli altri consiglieri. Sono solo aria fritta, non potendo questi esercitare di fatto alcun potere decisionale essendo fuori dalla giunta”. “Infatti – aggiunge Fontana – le deleghe conferite, non pongono degli obiettivi specifici da raggiungere ma si riferiscono ad un intero settore politico-amministrativo che è tipico della giunta. Quindi, i consiglieri delegati non hanno potere decisionale su nessuna problematica, è solo il sindaco che ha l’assoluto compito di amministrazione attiva sull’Urbanistica-Lavori Pubblici, sul cimitero, sull’Ambiente e sulle Politiche giovanili”.

Secondo l’opposizione, quello di conferire deleghe ai consiglieri comunali è solo “un modo di distogliere i consiglieri dalle loro competenze, in poche parole ‘se sei coinvolto non critichi il tuo operato’”. Il consigliere Fontana poi osserva: “Siamo a tre mesi dall’insediamento della nuova amministrazione, e non è stata presentata nessun tipo di relazione programmatica per il paese. Poche cose fatte, rientranti si o no nell’ordinaria amministrazione, il neo vicesindaco con flash giornalistici informa la cittadinanza e non si dà nessuna risposta alle critiche dell’opposizione, apparse sui giornali di qualche giorno addietro. Abbiamo sempre ribadito che il nostro gruppo ricopre il ruolo dell’opposizione. Un’opposizione che saprà dare risposte e proporre soluzioni. Un’opposizione forte, dura, senza sconti ma nel contempo costruttiva ed incisiva, capace di saper valutare e agire nell’interesse del nostro paese, che saprà dialogare e collaborare pur nel rispetto dei ruoli. Collaborazione che non dovrà essere a senso unico: ci aspettiamo disponibilità all’ascolto, al dialogo, al confronto a cominciare da una trasparenza degli atti amministrativi. Ci si aspettava dal sindaco una chiamata prima di mettere in atto la distribuzione degli Uffici Comunali, è cosa incresciosa constatare che un consigliere di opposizione si reca al comune e vede tutto cambiato, spostamento di impiegati da una mansione ad un’altra, decisione forse che contrasta con gli accordi sindacali di categoria, vogliamo pensare che questo non sia nessuna vendetta nei confronti di alcuno dipendente. In questo modo l’organizzazione comunale diventa espressione della sola maggioranza, così si demolisce consiglio e democrazia. Questo incontro poteva essere un segnale per gettare le basi di una proficua collaborazione tra maggioranza e opposizione, ma così non è stato. Vogliamo pensare che questo incontro non sia stato possibile per carenza di tempo e non per la volontà di continuare da soli, come avvenuto in passato e auspichiamo che questo avvenga il più presto possibile”.

“Nel corso della contesa elettorale – concludono Fontana e Piccolo – si sono utilizzati i termini ‘nuovo’, ‘novità’, ‘collaborazione’, ‘trasparenza’: ora è il tempo di dimostrare con i fatti che cambiare si può, anzi si deve. Noi l’impegno ce lo mettiamo, e in qualche occasione già lo abbiamo dimostrato, pur ribadendo, e non potrebbe essere altrimenti, il ruolo di forza di opposizione che ricopriamo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico