Sessa Aurunca - Cellole

Parco Le Perle intitolato alla “Madonna Stella della Speranza”

 SESSA AURUNCA. Sarà dedicato alla Madonna “Stella della Speranza”, lo spazio destinato a luogo di culto nel centro estivo di ascolto, il rinomato Parco Le Perle che si trova nei pressi dei bivio di Sessa Aurunca sulla Statale Domiziana.

Ad inuagurare ed intitolare questo spazio che da 30 anni ospita la celebrazione della santa messa e delle altre funzioni religiose, quale la recita del santo rosario, sarà padre Antonio Rungi, teologo morale campano, ex-superiore provinciale dei passionisti, oggi residente nella comunità di Mondragone.
Il rito di benedizione avverrà prima della celebrazione della santa messa di sabato 8 agosto, alle ore 19.00, in quanto recentemente la struttura è stata migliorata con la realiazzazione della copertura in legno dell’altare e il rifacimento dei posti a sedere per i fedeli che convengono numerosi alla celebrazione prefestiva durante i due mesi estivi.
Il Parco Le Perle è una zona turistica composta di circa 150 bungalow in cemento armato, sorto negli anni 70. Ospita circa 500 persone e con l’estensione alle attività esterne ai villaggi confinanti riesce ad accogliere nella sua struttura condominiale oltre 1000 persone. Sabato scorso sono stati benedetti ed inaugurati altri due luoghi di incontro e di animazione: uno all’entrata del Parco e l’altro alla fine del viale principale del Parco stesso. Negli anni la struttura estiva è andata progressimamente miglilorandosi soprattutto con l’impegno fattivo, specie nel settore religiose e liturgico, della famiglia Monti-D’Angelo che ha avuto a cuore ed ha a cuore la cura dello spazio destinato alla celebrazione eucaristica.
 Tanti gli avvenimenti che hanno segnato la storia di questo primo centro estivo di ascolto sorto sulla fascia costiera della diocesi di Sessa Aurunca, con la visita pastorale degli ultimi vescovi che hanno guidato la diocesi di Sessa Aurunca dal 1982 in poi: Nogaro, Superbo e Napoletano. Qui sono state avviate viarie inziative spirituali, culturali e ricreative, utilizzando lo spazio destinato al culto anche come momenti di socializzazione.
A curarne l’aspetto spirituale di questo centro fu particolarmente padre Emilio Vicini, di venerata memoria, che seguiva la comunità dei villeggianti non solo durante l’estate, ma anche nei periodi di Natale e soprattutto Pasqua, assicurando ad essa la celebrazione dell’eucaristia e dell’assistenza spirituale ai malati ed anziani.
L’eredità spirituale di questo grande sacerdote passionista della comunità di Mondragone che tutti ricordano con gratitudine, è stata presa da padre Antonio Rungi che negli ultimi anni segue la comunità dei villeggianti del Parco Le Perle, assicurando ad essa tutto ciò che è necessario per la sua crescita spirituale: il rosario, le confessioni, la celebrazione della messa, visita alle famiglie, benedizione dei luoghi di incontro, direzione spirituale.
Un clima estremamente positivo per aiutare i turisti e villeggianti a vivere il periodo estivo non solo come momento rigenerativo del corpo, ma soprattutto nello spirito. Sabato la benedizione della struttura rifatta e miglilorata.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico