Sant’Arpino

Pd: “Il sindaco e la maggioranza, ‘Narcisi’ allo specchio”

PdSANT’ARPINO. “I cittadini di Sant’Arpino devono cominciare a preoccuparsi. Il caldo ha dato proprio in testa agli amministratori e ormai straparlano senza capire il senso di quello che dicono”. Lo afferma, in una nota, il coordinamento cittadino del Pd.

“E, invece, di rispondere con cifre,dati, fatti alle nostre critiche documentate non sanno far di meglio che dire solo paroloni. E dimostrano anche scarsezza di linguaggio. Ripetono in continuazione, come litania, sempre le stesse tre parole, farneticazioni, baggianate e distorsioni. Sono talmente poco conoscitori della lingua che arrivano a definire l’opposizione ‘sedicente’. Insomma non sanno che l’opposizione c’è e si devono abituare alle critiche. Inoltre, come sempre, non sanno di che parlano e non avendo argomenti di merito per rispondere alle critiche preferiscono sempre fare quello che gli riesce meglio: offendere e scappare. Sono talmente accecati dalla volontà di polemica a tutti i costi che perfino un provvedimento che li dovrebbe soddisfare, diventa un’occasione per polemizzare con l’opposizione.

Il sindaco, interpellato sulla sentenza del Tar che boccia il ricorso dei ‘mercatari’ per lo spostamento provvisorio del mercato settimanale, non trova di meglio che dire ‘abbiamo fatto quello che la passata amministrazione non ha realizzato’. Ignora che la sua stessa amministrazione ha deliberato una diversa allocazione, definitiva, in un’altra area, di grande pregio archeologico. E’ bugiardo quando polemizza impropriamente con la passata amministrazione, perché sa bene che il consigliere del Pd, Giovanni D’Errico, che nel passato ha ricoperto proprio il ruolo di assessore delegato al mercato, sulla decisione dello spostamento provvisorio chiedeva la motivazione e la valutazione di tale scelta, soprattutto in considerazione del fatto che esiste anche una proposta di allocazione definitiva in altra zona.

Allora, pacatamente, chiediamo al sindaco perché non spiega ai cittadini di Sant’Arpino come nel giro di appena 5 mesi ci sono due provvedimenti contraddittori? A dicembre si approva in Giunta la scelta della nuova area mercatale definitiva in via Compagnone e cinque mesi dopo si fa l’ennesimo spostamento provvisorio in via Baraccone davanti al Campo Sportivo. Non si sprecano risorse? Non si naviga a vista? O tutto questo, come per le rotatorie, è un modo per ‘creare’ lavori e soddisfare impegni assunti in campagna elettorale? E sempre con pacatezza vogliamo ripetere qui le altre domande ancora senza risposta: E’ vero o non vero che il capogruppo di Alleanza Democratica è stato sconfessato per ben due volte nell’ultimo Consiglio comunale? E’ vera o non è vera la sospensione dell’integrazione salariale a 13 Lsu e la riduzione ad altri tre? E’ vero o non è vero l’affidamento del servizio pulizia verde Parchi alla Ecoatellana-Multiservizi con un costo di circa 74.000 rispetto ai 30.000 euro della passata gestione? E’ vero o non è vero che avete riconosciuto ad una ditta, senza che mai avesse lavorato, oltre 200.000 euro di credito. E’ vero o non è vero che ancora non è partita la raccolta differenziata?

Chiusi ormai nella vostra torre di avorio non vi accorgete di quello che accade intorno a voi, neanche delle giuste critiche dei vostri stessi sostenitori. Siete diventati dei’Narcisi’ che si compiacciono della loro immagine riflessa nello specchio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico