Sant’Arpino

Di Santo: “Le baggianate del Pd non vanno in ferie”

Eugenio Di SantoSANT’ARPINO. “Neanche in un periodo di riposo come quello in corso le baggianate del Partito Democratico vanno in ferie”.

Così Alleanza Democratica per Sant’Arpino replica alle ultime inverosimili affermazioni del gruppo di minoranza che non perde occasione per arrampicarsi sugli specchi di fronte alla concretezza dell’azione della giunta guidata dal sindaco Eugenio Di Santo.

“Il gruppo di opposizione – si legge nella nota della maggioranza – prosegue nella sua fasulla campagna volta a mettere in cattiva luce quella politica del fare della giunta Di Santo che tante risposte sta dando al territorio portando risultati che quotidianamente rispondono alle esigenze di una collettività come quella santarpinese che da tempo vedeva cadere nel vuoto le proprie giuste richieste. Tuttavia questa sedicente opposizione usa argomenti triti e ritriti, lontani dalla realtà e sui quali sia l’esecutivo cittadino che la maggioranza hanno dimostrato, a più riprese, quale sia la situazione veritiera. Moda dell’ultimo periodo è quella del tirare in ballo la sospensione dell’integrazione salariale degli Lsu. È chiara l’intenzione del Partito Democratico di voler strumentalizzare una vicenda di mero carattere amministrativo e farla diventare un caso politico. È paradossale che mentre porta innanzi questa psuedo-strategia il gruppo del Pd specifichi di non voler in alcun modo strumentalizzare un caso che non esiste. Ma come dicevano ai loro tempo i romani ‘Excusatio non petita, accusatio manifesta’.

Passando alla questione della pulizia dei parchi pubblici, ribadiamo ancora una volta che le cifre paventate dal Pd non stanno né in cielo né in terra, ma esistono solo nella mente degli estensori delle note pseudo politiche di un gruppo allo sbando che evidentemente si serve di qualche autore di fiabe per raccontare una realtà immaginaria. Si parla non a caso di politica clientelare per assunzioni non avvenute e che se mai ci saranno seguiranno l’iter normativo andando ad attingere nella graduatoria di un regolare concorso pubblico. Quando si lanciano certe accuse, se si ha la convinzione di ciò che si dice, si dovrebbe informare anche l’autorità giudiziaria fornendo le prove delle tesi che si sostengono. Tutto questo ovviamente non è possibile perché ci troviamo dinanzi a nient’altro che ad un’ennesima realtà immaginaria. È chiaro come agli ex amministratori roda finanche vedere realizzare delle rotonde, che da tempo la cittadinanza e gli automobilisti ci chiedevano per regolamentare il traffico, anche per prevenire il ripetersi di incidenti. Richieste da voi sempre ignorate e da noi, invece, ascoltate. Trattandosi di interventi all’interno del territorio comunale e per lavori per i quali è previsto l’affidamento diretto anche in questo caso ci siamo limitati ad applicare la legge acquisendo il parere del responsabile del settore dei Lavori Pubbluci e del Comandante della Polizia Municipale. È chiaro che vi da fastidio tutto ciò anche perché mentre noi siamo iperattivi nel settore della viabilità voi grazie al super assessore Del Prete siete rimasti inerti per ben cinque anni. Senza ogni pudore poi la minoranza ha avuto il coraggio di sostenere che al momento del nostro insediamento abbiamo trovato completato l’iter del finanziamento per i lavori in Piazza Umberto I. Ebbene questo iter si è completato solamente nell’ottobre 2008, mentre gli stessi lavori sono stati aggiudicati il primo aprile 2009. Essi hanno preso il via il 27 luglio scorso solo per consentire il regolare svolgimento dei festeggiamenti in onore di Sant’Elpidio.

Questa come sempre è la forza della verità e quella politica dei fatti che tanto vi infastidisce cari amici della minoranza, ma che tanti consensi riscontra fra i nostri concittadini”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico