Orta di Atella

Roseto: “Mai discusso di autovelox in giunta”

Arcangelo RosetoORTA DI ATELLA. L’ex capogruppo di Rifondazione Comunista, Arcangelo Roseto, coinvolto nell’indagine sugli autovelox taroccati in provincia di Caserta, si dichiara estraneo alla vicenda.

“Riguardo l’indagine che vede coinvolta la mia persona in quanto assessore, per aver deciso con altri di affidare incarico ad una delle società per la rilevazione della velocità, ritengo la stessa dettata da superficialità e confusione nella individuazione dei soggetti da parte inquirente. Premesso che la mia convinzione per una battaglia umana e politica e’ sempre stata quella di ritenere le infrazioni pagate con centinaia di euro, inutili e dannose per le tasche dei cittadini e un abuso per ripianare le casse delle pubbliche amministrazioni (vedi opposizione ai proventi autovelox nei bilanci di previsione del 2006 e 2007). La giunta comunale di Orta di Atella, con delibera n. 221 del 29.12.06 ad oggetto: ‘noleggio di apparecchiature elettroniche per la rilevazione delle infrazioni ecc…’, affidava l’incarico previsto nella suddetta delibera n forma sperimentale di anni uno alla ditta Gives. Condetermina n. 1 del 12.01.07 veniva approvato lo schema di convenzione tra il comune di Orta di Atella e il consorzio Gives per l’affidamento del servizio di rilevazione di velocità. In queste date, e durante l’affidamento, il sottoscritto era dimissionario da quelle giunte da nove mesi e all’opposizione consiliare. Nell’avviso di indagine notificato al sottoscritto si richiama anche una delibera del 06.03.09 in cui si determinavano legittimamente i proventi di tutte le sanzioni amministrative al: fondo previdenza e assistenza al personale della polizia locale, al funzionamento dei servizi, all’acquisto segnaletica, acquisto auto polizia ecc. Una settimana dopo, il sottoscritto era dimissionario dalle giunte e non poteva partecipare ad affidamenti ed incarichi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico