Italia

Tremonti: “Economisti come Mandrake, Harry Potter e Mago Otelma”

 RIMINI. “Il dibattito tra gli economisti nel cercare di interpretare la crisi è come le riunioni dei maghi”.

Ad affermarlo è il Ministro dell’Economia Giulio Tremoni che, durante il Meeting di Rimini, ha attaccato la categoria degli economisti cita Mandrake, Harry Potter, ed una lunga fila di esempi fino al mago Otelma: “Le riunioni degli economisti mi ricordano proprio quelle dei maghi e quello che colpisce di più – aggiunge – è che nessuno di questi ha mai chiesto scusa, nessuno ha mai detto di aver sbagliato. Sbagliano sempre gli altri. Vedo che è pieno di gente che per sopravvivere dice esattamente il contrario di quello che diceva per vivere. Io non sono un economista e questa volta è una cosa che mi aiuta. Ma – ha continuato – ho sempre pensato che a fine Novecento il mondo stava entrando in una curva diversa, colpa della globalizzazione che ha effetti positivi e effetti negativi. Ho sempre pensato che ci sarebbe stata una crisi causata dalla globalizzazione ma era impossibile immaginare in che giorno e in che misura. Ci voleva un mago per capire in che giorno sarebbero crollati i mercati e di quanto, ma non per capire che la crisi sarebbe arrivata e che le cose non sarebbero rimaste come prima. Io – conclude – la crisi l’avevo prevista già dal 1995, perciò, se ci fosse il buon senso, farebbero bene gli economisti a stare zitti un anno o due così ne guadagnerebbero loro stessi e noi tutti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico