Italia

I vigilantes scendono dal Colosseo

I vigilantes sul ColosseoROMA. I sei “gladiatori”, come erano stati ribattezzati i sei vigilantesdell’Istituto di vigilanza Urbe (Ivu), sono scesi dal Colosseo dove si erano asserragliati da venerdì scorso per protestare contro la privatizzazione della loro azienda.

Intorno alle 21 di martedì sera, le guardie giurate hanno lasciato il terzo anello del monumento e, salutati dagl applausi dei colleghi, sono saliti su due ambulanze per raggiungere l’ospedale San Giovanni. Un loro collega, GiorgioGori,era sceso dal Colosseo già in mattinata come segno di buona volontà per la trattativa aperta con le istituzioni ma anche per problemi respiratori.

Nel corso dell’ultimariunione in Prefettura, i lavoratori hanno ottenutol’impegno di convocare un nuovo tavolo con il governo, e in particolare con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, con il quale già si erano incontrati il 23 marzo scorso.

Secondo l’accordo sottoscritto il 9 luglio scorso per la trasformazione dell’istituto di vigilanza da ente pubblico a privato, i dipendenti dell’ente morale pubblico dell’Associazione nazionale combattenti e reduci (Ancr) possono essere assunti dal nuovo ente privato ‘Vigilanza Urbe Spa’, e già oltre 600 guardie sulle 900 coinvolte nella vicenda hanno sottoscritto il contratto. Ma per i rimanenti 300 quel contratto è svantaggioso: “Guadagnavamo circa 1.100 euro al mese – ha spiegato uno di loro – andremmo a perdere circa 200 euro ad ogni busta paga, senza contare i giorni liberi retribuiti in meno, le ore di straordinario gratuito, e l’azzeramento degli scatti. Inoltre il contratto rimarrà immutato per un massimo di due anni, sebbene a tempo indeterminato”. Dal punto di vista previdenziale, poi, il nuovo contratto prevede l’iscrizione “all’Inps e non al più vantaggioso Inpdap che ci spettava in quanto dipendenti di un ente pubblico”.

Tra l’altro sulla ristrutturazione aziendale sono aperte due inchieste della magistratura su un buco finanziario di 80 milioni di euro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico