Home

Inter, Milan, Juve: di chi sarà il tricolore?

Mourinho, Leonardo e FerraraA poco più di tre giorni dall’inizio del campionato l’entusiasmo sale alle stelle e le tre sorelle d’Italia si preparano a contendersi lo scudetto dopo un’estate di calciomercato.

E dopo una sosta lunga due mesi e mezzo il campionato di Serie A si appresta a ripartire con tante scommesse da mettere alla prova. Si, perchè tanti sono i punti interrogativi che hanno bisogno di una risposta. Il calciomercato estivo del 2009 ha fatto sorgere molti dubbi, c’è chi si chiede quanto valga l’Inter senza il vero protagonista degli ultimi due anni nerazzurri, Zlatan Ibrahimovic. Chi, invece, vuole capire se la Juventus può contendere lo scudetto ai nerazzurri. E chi si chiede se la linea under 23 condotta da Berlusconi sia davvero ciò di cui ha bisogno il Milan.

Certamente saranno queste tre squadre a lottare per il titolo anche se ci sono tante outsiders che potrebbero inserirsi magari complicando solo la scalata alle tre sorelle. Potrebbe essere il caso del Napoli di De Laurentis o del Genoa di Preziosi che con gli acquisti, rispettivamente,di Quagliarella e Crespo non nascondono il desiderio di arrivare almeno tra le prime 5 della classifica.

E poi c’è chi viene da un anno davvero difficile come nel caso della Roma di Spallettiche fino a due anni fa era la prima antagonista dell’Inter e che ora, dopo appena due anni, si trova nettamente ridimensionata da un’annata, quella 2008-2009, ricca solo di delusioni ma che ha aumentato la voglia di riscatto, specie in capitan Totti che contro il Gand, nel turno preliminare dell’Europa League, è stato capace di siglare 5 reti in 2 partite.

Come la Roma anche l’altra romana, la Lazio, punta a grandi risultati dopo aver conquistato la super-coppa di Pechino contro l’Inter ed essersi messa in luce con un gioco fatto di ripartenze e gioco veloce.

Di certo chi riparte con tante novità sono proprio i campioni d’Italia che in questo 2009 schiereranno un reparto avanzato del tutto diverso da quello dello scorso anno. Non ci sono più Crespo, Cruz ed Ibrahimovic che verranno rimpiazzati da Milito, Arnautovic e, non da meno, Eto’o che. insieme a Balotelli, e probabilmenteSuazo, dovranno guidare la squadra di Moratti alla vittoria della tanto sperata Champions League, mancante ormai da 40 anni nella bacheca nerazzurra. Insomma un mercato che ha reso noto la volontà di vincere a livello europeo specie con l’acquisto di Eto’o che non ha la stessa tecnica di Ibrahimovic ma che, statistiche alla mano, è più prolifico proprio nella massima competizione del nostro continente.

Il tormentone, come di consuetudine, sarà capire se la Juventusè la vera antagonista dell’Inter. Gli innesti di Felipe Melo e Diego accorciano, e di tanto, le distanze che sono state messe in evidenza questa stagione. Inoltre,Trezeguet ha dimostrato la sua fede ancora una volta restando a Torino e Cannavaro sembra essere davvero il difensore centrale di cui i bianconeri avevano bisogno. Sarà la volta buona? Quella che spera anche Berlusconi che, dopo aver perso Kakà, punta ciecamente su Ronaldinho. Il brasiliano, come ritiene Leonardo, può ritornare ai livelli a dir poco galattici che lo hanno fatto conoscere al mondo intero ai tempi di Barcellona. Sarà lui il perno del gioco rossonero ora che, più che mai, l’inesperienza dei giovani regna tra i milanesi. Infatti, Huntelaar e Thiago Silva non sono quei giocatori che si direbbero “esperti” ma al contrario potrebbero mettere in difficoltà le difese e gli attacchi avversari con la loro velocità e resistenza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico