Home

Crampi allo stomaco: Alex Schwazer si ritira a metà gara

Alex SchwazerBERLINO. L’azzurro Alex Schwazer, campione olimpico di Pechino 2008, non ha raggiunto il traguardo della marcia di 50 km, abbandonando a metà gara.

L’atleta, che era in una posizione già staccata rispetto al gruppo dei migliori, ha detto di aver accusato forti dolori allo stomaco che non gli hanno consentito di portare a compimento la competizione: “Sono molto deluso, e chiedo scusa a tutti quelli che sono venuti qui a tifare per me, lungo la strada ce n’erano tanti. Mi ha bloccato il mal di stomaco, ne soffrivo da quando sono arrivato qui martedì scorso. Prima stavo bene. In questi giorni abbiamo provato di tutto, ma non siamo riusciti a capire la causa. Ho provato anche a cambiare ritmo – dice ancora l’azzurro – però mi sentivo sempre lo stomaco gonfio, e ad un certo punto mi sono dovuto fermare: in gara avevo mangiato solo mezza banana e mi sembrava di aver mangiato una mucca intera. Finire così dopo sei mesi in cui ho smesso di vivere per pensare solo a marciare mi brucia moltissimo – conclude – mi ero preparato come e più dell’anno scorso quando ho vinto a Pechino. Ma questa è una distanza che non perdona niente, e in cui per rendere bisogna stare benissimo”.

Sul gradino più alto del podio si è classificato il russo Sergey Kirdyapkin, che ha chiuso col tempo di 3h38’35”, medaglia d’argento al norvegese Trond Nymark, bronzo allo spagnolo Jesus Angel Garcia. Un mondiale deludente quello tedesco almeno per l’Italia che, dopo le delusioni, del quarto posto di Antonietta Di Martino, del sesto di Elisa Cusma, e, infine, di Schwazer, non potrà neppure disputare la maratona prevista per sabato. La speranza di qualche medaglia si stringe intorno a Giulio Ciotti, impegnato nel pomeriggio nella finale del salto in alto, a Giuseppe Gibilisco in pista con il salto con l’asta e a Clarissa Claretti. finalista del lancio del martello.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico