Esteri

Corea del Nord, Clinton riporta negli Usa le giornaliste arrestate

Clinton accoglie le giornaliste sull'aereoL’ex presidente americanoBill Clinton ha lasciato la Corea del Nordcon Laura Ling e Euna Lee, le due giornaliste americane arrestate lo scorso 17 marzo …

… con l’accusa di essere entrate illegalmente nel paese e aver condotto attività ostili allo Stato.

Le due donne, rispettivamente di origine coreana e cinese ma con passaporto statunitense, stavano realizzando un reportage sui rifugiati nordcoreani in Cina e sul traffico di donne nordcoreane per la serie Vanguard, in onda anche in Italia sul canale 130 di Sky, un programma di inchieste sul campo su temi di attualità. Il tribunale centrale nordcoreano aveva confermato il loro non meglio specificato “grave crimine” contro la nazione, condannandole a 12 anni di lavori forzati.

Ieri, l’incontro tra Clinton e Kim Jong-il aveva portato quest’ultimo a concedere una grazia speciale e il loro rilascio.

Secondo alcuni analisti, al di là della liberazione delle giornaliste, la visita di Clinton (la seconda di un ex presidente Usa dopo quella di Jimmy Carter nel 1994) riveste, almeno per Pyongyang, una dimensione politica. Avvenuta in un momento di forte impasse del dossier nucleare nordocoreano, dopo i test missilistici condotti dalla Corea del Nord il 25 maggio e il 4 luglio, condannati dal Consiglio di sicurezza dell’Onu – potrebbe contribuire a far ripartire le relazioni tra Pyongyang e Washington.

Ilpresidente americano Barack Obama ha chiamato le famiglie delle due reporter esprimendo sollievo per il loro rilascio e ha lodato l’ottimo lavoro svolto da Clinton nell’assicurare la loro liberazione, e dal segretario di Stato e moglie dell’ex presidente Hillary, che si è detta molto felice per il successo ottenuto dalla missione del marito a Pyongyang.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico